Salone del libro di Torino. Aperti i cancelli ma senza lo stand di Albaforte

Alla fine il Salone delle polemiche è, finalmente, iniziato. La Kermesse Torinese, dopo giorni di dibattiti sull'opportunità o meno di ospitare la casa editrice Albaforte, vicino a Casapound, ha aperto i battenti senza lo stend della discordia.

Ma la diatriba non sembra destinata a chiudersi qui visto che stamattina alle 10 al momento dell'apertura della manifestazione, Francesco Polacchi, editore di Albaforte, si è presentato al Lingotto per spiegare la sua posizione: "Se avete a cuore la Libertà, la Libertà d'espressione, vi aspetto - ha scritto su Facebook - i libri non possono e non devono conoscere censura".

Dall'altra parte, invece, tutti coloro che avevano annunciato la rinuncia a partecipare alla 32esima edizione della fiera, presenzieranno regolarmente. Tra questi Halina Birenbaum, superstite e testimone dell'Olocausto, che aveva annunciato la sua rinuncia e che invece ha aperto la manifestazione come da programma e ZeroCalcare, fumettista romano amatissimo dai più giovani, che sarà regolarmente tra gli ospiti.

La svolta nella vicenda è arrivata ieri sera, quando gli organizzatori, dopo diversi ripensamenti ed aver spopstato in un primo momento lo stand vicino a quello del Ministero dell'Interno, hanno smantellato definitivamente la postazione di Albaforte, annunciando che si sarebbero adeguati alla richiesta del governatore Chiamparino e della sindaca Appendino che avevano presentato un esposto alla procura di torino contro Polacchi per apologia di fascismo. Sul profilo Facebook della Kermesse si legge: "Tra le ragioni di una testimone attiva dell'Olocausto e quelle di Altaforte è necessario far prevalere le prime, ricordando che Torino è insignita della medaglia d'Oro al valor Militare per la Resistenza contro il nazifascismo. Revochiamo quindi l'ammissione di Altaforte al Salone del Libro".

Ma l'editore Francesco Polacchi, non si è tirato indietro. Oltre a presentarsi comunque al salone ha già annunciato una causa nei confronti del Salone e Polacchi ha ironizzato ringraziando "i vari Raimo, Zerocalcare, Wu Ming e tutti quelli che si sono sfilati", pensando di fargli "un torto" e che invece gli hanno fatto pubblicità.

Pin It

Visita anche:

Informa - Testata a cura del centro di Documentazione Giornalistica - www.cdgweb.it
Interviste ai protagonisti. Servizi sui temi di attualità che coinvolgono il mondo dei media. Gli appuntamenti da non perdere. Informa,  rivista di aggiornamento permanente sui temi del giornalismo, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.