La Stampa. Giornalisti proclamano due giorni di sciopero

I giornalisti della stampa incrociano le braccia il 3 e il 4 Ottobre prossimo. Lo sciopero di due giorni è stato annunciato il Cdr al termine di una lunga assemblea, nella serata di ieri, 1 ottobre. Il Comitato di redazione si è scusato con i lettori per il disagio spiegando la motivazione dello sciopero con "l'indisponibilità dell'azienda a rispettare l'accordo sindacale che riguarda gli organici del corpo redazionale, già ridotto ai minimi termini". Il quotidiano non sarà in edicola giovedì 3 e venerdì 4 ottobre e l’edizione web non verrà aggiornata. Tornerà in edicola sabato.

Lo sciopero avrà ripercussioni sulle altre testate quotidiane Gedi News Network (ex Finegil), compreso il Secolo XIX – per cui la redazione della Stampa produce ogni giorno 7 pagine (notiziario nazionale, internazionale, spettacoli e sport).

"L’astensione dal lavoro è legata al mancato rispetto da parte dell’azienda dell’accordo firmato nell'autunno 2018 che prevedeva un'assunzione ogni tre uscite dal giornale. Questo, nonostante reiterate richieste e la proposta di soluzioni alternative mirate comunque a salvaguardare l'accordo stesso e a garantire i livelli occupazionali", spiega il Cdr, che nel comunicato ai lettori, pubblicato oggi sul quotidiano e sul sito, parlano di "un'intransigenza che giunge, nonostante la mediazione del direttore, dopo un anno di sacrifici che rischiano di penalizzare la qualità dell'informazione, che portiamo ai nostri lettori da oltre 150 anni".

Lo sciopero non è soltanto per la violazione dell’accordo sulle assunzioni ma, come dicono i giornalisti del quotidiano torinese la protesta è scattata "per il grave declino imposto dall'attuale gestione". I giornalisti della Stampa lamentano, infatti, anche "vuoti in organico ad Aosta, Milano e dal web".

Nello specifico, l’astensione per il giornale cartaceo sarà nei giorni 2 e 3 ottobre, con i giornalisti che non forniranno "nessun tipo di attività per il web (i giornalisti inviati non forniranno contributi né per la carta né per il web, saranno in sciopero anche i giornalisti della carta che offrono attività di supporto ai social e a turni web). Anche i giornalisti delle redazioni provinciali e distaccate non forniranno nessun contributo per il web".

Per il web lo sciopero sarà giovedì 3 e venerdì 4 ottobre, in linea – spiega il Cdr – con l’orientamento del sindacato sullo "stop all'attività di informazione della testata" in modo uniforme, tra l'altro applicato anche dalla Rai). Nella giornata di oggi lavoreranno normalmente attingendo alle agenzie, all'attività dei collaboratori e chiaramente ai contenuti del giornale in edicola".

Pin It

Visita anche:

Informa - Testata a cura del centro di Documentazione Giornalistica - www.cdgweb.it
Interviste ai protagonisti. Servizi sui temi di attualità che coinvolgono il mondo dei media. Gli appuntamenti da non perdere. Informa,  rivista di aggiornamento permanente sui temi del giornalismo, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.