Napoli, raid nella redazione de "Il Roma". Il sindacato: "Episodio inquietante"

Sono bastati pochi minuti ai banditi per mettere a socquadro la redazione de "Il Roma" a Napoli. In soli sei minuti sono entrati e hanno frugato ovunque per cercare non è chiaro cosa e poi sparire, rapidi e senza prendere nulla. Gli uomini incappucciati hanno rotto cassetti, armadi e porte. Sul raid indaga la Digos di Napoli che ha descritto gli assalitori come giovanissimi col volto volto travisato da grossi cappucci e indosso tute e scarpe da ginnastica. Il tutto nel cuore della notte alle 4 in punto del 24 Aprile. Il direttore de “Il Roma” ha consegnato i filmati della videosorveglianza alle forze dell’ordine.

“Sono entrati anche nel mio ufficio - racconta il direttore Antonio Sasso, che abbiamo subito contattato telefonicamente -. Hanno cercato chissà cosa, svuotando armadietti e scrivanie, poi sono scappati. Si è trattato davvero una azione anomala. Non sappiamo darci una spiegazione. Non hanno portato via nulla. In amministrazione c’era una cassetta con dei soldi. Non li hanno presi, come non hanno portato via neanche i computer, piuttosto che altra attrezzatura".

Sconcerto e incredulità in redazione stamane, quando una volta arrivati i giornalisti si sono resi conto di quanto accaduto. Sono state subito allertate le forze dell’ordine.

"Si è interessato del caso anche il Questore De Iesu - spiega il direttore Sasso -. Gli stessi agenti ci hanno più volte chiesto se fossimo in possesso di documenti particolari, che avrebbero potuto essere oggetto di interesse di qualcuno. Non è così. Hanno frugato persino tra documenti e ordinanze, non manca nulla, senza contare che si tratta di ordinari atti pubblici, a disposizione di chiunque".

Sul posto si sono completati in tarda mattinata rilievi ed accertamenti della polizia scientifica.

“È un episodio inquietante sul quale chiediamo agli investigatori di fare luce al più presto. Il Roma è uno di quei giornali che in prima linea parla di camorra e illumina territori al margine - affermano in una nota la Federazione nazionale della stampa (FNSI) e il Sindacato unitario giornalisti della Campania (SUGC) - Ai colleghi della storica testata la solidarietà del Sindacato dei giornalisti e l’invito a continuare senza timore le loro inchieste. Saremo al loro fianco in ogni sede”.

Pin It

Visita anche:

Informa - Testata a cura del centro di Documentazione Giornalistica - www.cdgweb.it
Interviste ai protagonisti. Servizi sui temi di attualità che coinvolgono il mondo dei media. Gli appuntamenti da non perdere. Informa,  rivista di aggiornamento permanente sui temi del giornalismo, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.