Focus Junior Academy. Oltre mille bambini a "scuola" di giornalismo

Dopo cinque mesi di incontri si è chiusa la prima edizione della "Focus Junior Academy". Il progetto, ideato e organizzato dalla rivista del Gruppo Mondadori dedicato al mondo dei bambini e ragazzi, ha portato nella redazione di Focus Junior oltre mille bambini dagli 8 ai 13 anni.

L'obiettivo era quello di avvicinare gli studenti al mondo dell'editoria e dell'informazione. I laboratori didattici gratuiti di introduzione al giornalismo, che si sono succeduti settimanalmente nella redazione del periodico, hanno fatto registrare un successo sempre crescente tanto che la prossima edizione, in programma da settembre in coincidenza con l'inizio del nuovo anno scolastico, è già sold out fino al marzo 2020.

Quest'anno sono state circa quaranta le classi della scuola primaria e secondaria di primo grado provenienti in prevalenza da Milano, ma anche da Torino, Carpi e Monza che si sono alternate una volta alla settimana all’Academy, accompagnate da due o tre insegnanti.

"Per noi è stata un'esperienza bellissima di cui siamo orgogliosi", ha commentato Sarah Pozzoli, direttore di Focus Junior. "La nostra priorità era di sviluppare il loro senso critico e la loro curiosità, facendoli riflettere sull'attendibilità delle notizie e permettendogli di sperimentare con noi la costruzione di un servizio o di un’intervista. In cambio abbiamo ricevuto tanta energia e tante nuove idee per continuare a svolgere il nostro mestiere al servizio del lettori. Anche l'intesa con gli insegnanti accompagnatori è stata ottima: siamo accomunati dallo stesso obiettivo, crescere futuri cittadini consapevoli".

L’idea era nata anche dalla volontà di collaborare con gli insegnanti per quella parte dei programmi scolastici che prevede che i bambini e i ragazzi imparino le regole fondamentali per scrivere un articolo e fare un giornalino. Ogni corso dell’Academy, dalle 9 alle 12.30, aveva un tema preciso, sul quale c’era già stata una preparazione in classe, ed era diviso in due parti: nella prima i ragazzini realizzavano con l'assistenza dei giornalisti una pagina in formato tabloid con notizie o interviste, vignette, foto; nella seconda erano liberi di girare in redazione per vedere come si costruisce un giornale, facendo tutte le domande che gli venivano in mente e osservando, a seconda dei loro interessi, come si seleziona una notizia, come si fanno un titolo e un sommario, come si scelgono le foto e si impagina.

Al termine del laboratorio, gli studenti hanno ricevuto l’attestato di “Junior Reporter”, mentre ai loro insegnanti è stato consegnato il kit "diventa giornalista", per continuare in aula il lavoro svolto alla Mondadori.

Pin It

Visita anche:

Informa - Testata a cura del centro di Documentazione Giornalistica - www.cdgweb.it
Interviste ai protagonisti. Servizi sui temi di attualità che coinvolgono il mondo dei media. Gli appuntamenti da non perdere. Informa,  rivista di aggiornamento permanente sui temi del giornalismo, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.