Lucia Annunziata lascia l'Huffington Post. Il Cdr: Gedi chiarisca le prospettive

Lucia Annunziata non è più la direttrice dell’Huffington Post. Lo ha comunicato ieri, martedì 21 gennaio, alla redazione ed al nuovo direttore generale del Gruppo Gedi, Scanavino.

Una decisione motivata dalla giornalista con una semplice quanto stringata frase: "nuovo editore, nuovo direttore". Ma dietro le motivazioni ufficiali sarebbero altre le ragioni dell'addio della Annunziata al giornale on line che lei stessa ha forgiato e sviluppato fin dalla sua nascita in Italia. La giornalista non gradirebbe la condizione di "figlio in affido" che Huffpost ha sempre avuto all'interno del gruppo Gedi che ha il 49% della casa editrice mentre la maggioranza e in mano agli americani di Verizon attraverso Aol.

La realtà è che, nonostante gli alti costi per l'uso della redazione scaricati sulla casa editrice e la redazione ridotta all'osso, Annunziata lascia, dopo 8 anni, "un testata con i conti in ordine e che negli ultimi anni ha portato circa 1 milione di euro l'anno al Gruppo Gedi". Parola del Cdr che in un comunicato ha voluto ringraziare l'ormai ex direttrice. "Oggi HuffPost Italia - si legge ancora nel comunicato - è al 14esimo posto nella classifica dei giornali online più letti in Italia (Audiweb) ed è in crescita costante. Nell'ultimo trimestre 2019 il traffico sul sito è risultato essere superiore del 25% rispetto allo stesso periodo del 2018. Il 90% del traffico totale arriva da mobile. Tra le fonti di traffico il 50% è da social network. HuffPost Italia, inoltre, è sul podio dei giornali online più consultati dai parlamentari per il secondo anno consecutivo secondo una ricerca Quorum/Youtrend per Il Sole 24ore". "Anche alla luce di questi numeri - conclude la nota del Cdr -, nel ringraziare Lucia Annunziata per lo straordinario lavoro alla guida di HuffPost, la redazione auspica che il Gruppo Gedi colga l'occasione per chiarire in tempi rapidi le strategie di sviluppo e le prospettive per la testata".

Dal Canto suo Lucia Annunziata continuerà a condurre la sua trasmissione "Mezz’ora in più" su Rai Tre ed è entrata a far parte del comitato scientifico della Treccani per cui curerà la voce Giornalismo 2020.

Pin It

Visita anche:

Informa - Testata a cura del centro di Documentazione Giornalistica - www.cdgweb.it
Interviste ai protagonisti. Servizi sui temi di attualità che coinvolgono il mondo dei media. Gli appuntamenti da non perdere. Informa,  rivista di aggiornamento permanente sui temi del giornalismo, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.