Macabro avvertimento a Nello Rega

revolver.jpegAncora minacce al giornalista del Televideo Rai, Nello Rega. L'ultimo macabro avvertimento è stato una testa di agnello mozzata lasciata nell'automobile del cronista di Potenza autore del libro “Diversi e divisi”, sul tema della convivenza tra cristiani e islamici. A causa di questa opera Rega ha già ricevuto ben cinque lettere minatorie, contenenti proiettili e messaggi di morte recapitati nelle case dove vive, sia a Roma sia nel capoluogo lucano. Ora quest'ultima intimidazione sullo stile de “Il padrino”. Dal canto suo Rega ha manifestato tutta la sua preoccupazione: “Non ne posso più, sono angosciato e ho paura”, ha dichiarato all’ANSA. Rega ha denunciato ai carabinieri l'ennesima minaccia chiedendone l’intervento. I militari dell'arma intervenuti sul posto hanno prelevato la testa di agnello e fatto alcuni rilievi. “Ormai sono così sfiduciato - ha detto Rega - che sono pronto a rinunciare a quel minimo di tutela di cui godo quando sono a Potenza, per decisione delle autorità di pubblica sicurezza, a cui sono comunque grato. Il fatto avvenuto in pieno giorno, dimostra che sono davvero in grande pericolo: forse - ha concluso il giornalista e scrittore - è arrivato il momento di lasciare che le cose seguano il loro corso, in modo che ognuno si assuma le sue responsabilità”. In difesa del giornalista è intervenuta l’Associazione stampa romana che ha chiesto un incontro al Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, per conoscere quali provvedimenti urgenti intende mettere in atto per garantire l’incolumità di Rega. “Il collega di Televideo ha già più volte denunciato di aver subito minacce da parte di gruppi collegati all’estremismo islamico a Potenza ma anche a Roma. Non è tollerabile che lo Stato continui a dare l’impressione di non essere al suo fianco e di non fare il possibile per metterlo al riparo dalle minacce”. L’Associazione Stampa Romana, d’intesa con la Fnsi, solleciterà anche il ministero dell’Interno affinché a Nello Rega venga assicurata la sicurezza e l’incolumità fisica in tutto il territorio nazionale.
Pin It