News Mediaset lascia Roma: dall'11 novembre, 29 giornalisti trasferiti a Milano

Ancora pochi giorni ed il trasferimento dei 29 giornalisti di News Mediaset dalla sede romana del Palatino a quella di Cologno monzese diventerà effettiva. Il "trasloco" è previsto per l'11 Novembre prossimo.

La data del trasferimento è stata comunicata a mezzo mail, lo scorso 4 Ottobre, ai giornalisti interessati dal provvedimento. Il motivo addotto dall'azienda è una "riorganizzazione" che prevede lo spostamento dei giornalisti dei servizi esteri, sport e cultura, mentre resterà nella capitale solo un presidio per la cronaca locale, la politica e il Vaticano. Rimane a Roma la redazione del Tg5.

Negli scorsi mesi si era espressa sulla vicenda anche la la sindaca Virginia Raggi che, dopo aver incontrato i 29 giornalisti, aveva cinguettato su Twitter: "Roma non può rinunciare a presidi informativi di qualità".

Immediata la reazione dei colleghi e dell’Associazione Stampa Romana: "Roma diventa una sede di corrispondenza come Bari o Palermo, conservando il presidio del politico e del Vaticano. Scompaiono anche esteri, sport e cultura. Mediaset in questo modo percorre la strada delineata un paio di mesi fa quando era stata annunciata al cdr questa decisione". "L'azienda - continua l'Associazione stampa romana - aveva anche detto in sede sindacale e politica, convocata in Regione Lazio, che il trasferimento sarebbe avvenuto trattando con il sindacato. Così non è stato e non è. Non è mai stato presentato un testo scritto di valore industriale e organizzativo da sottoporre all'attenzione della delegazione sindacale e dei fiduciari territoriali. Sono stati annunciati strumenti di gestione dei trasferimenti senza che queste misure assumessero contorni definiti, in pratica una scatola vuota". Per questo motivo, conclude il comunicato, "Stampa Romana appoggerà le rivendicazioni legittime dei colleghi e metterà in campo tutti gli strumenti per contrastare trasferimenti che assomigliano nient'altro che a esuberi mascherati”.

Anche il Comitato di redazione del Tg5 ha voluto esprimere solidarietà ai colleghi di News Mediaset colpiti dalla richiesta di trasferimento: "È una misura – denuncia il Cdr del Tg5 – che depotenzia la capacità di informazione della sede romana Mediaset Palatino e della testata nazionale News Mediaset nel momento in cui l'informazione è chiamata svolgere un ruolo centrale nelle vicende politiche e sociali del Paese".

“È una misura – incalza il Cdr – che crea danno ai dipendenti e alle loro famiglie e che è stata oggi formalizzata senza che l’azienda abbia spiegato la ragione e la finalità di tale iniziativa". Il Cdr del Tg5 auspica che venga trovata "una soluzione nel rispetto del lavoro dei giornalisti e di tutti lavoratori del gruppo Mediaset. La qualità delle relazioni tra dipendenti e azienda e l’attenzione alle conseguenze sociali dei comportamenti di impresa è un banco di prova essenziale per un'azienda italiana come Mediaset che vuole essere anche una grande azienda europea".

Da parte sua l'azienda ha giustificato la necessità  di "centralizzare le proprie risorse in un unico polo produttivo", appunto quello milanese, per evitare di dover licenziare. Senza intervento sui processi "produttivi e logistici", dicono da Mediaset,  non si potrebbe più garantire "l'attuale perimetro occupazionale".

Pin It

Visita anche:

Informa - Testata a cura del centro di Documentazione Giornalistica - www.cdgweb.it
Interviste ai protagonisti. Servizi sui temi di attualità che coinvolgono il mondo dei media. Gli appuntamenti da non perdere. Informa,  rivista di aggiornamento permanente sui temi del giornalismo, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.