Processo Ruby bis, condanne ridotte in appello per Emilio Fede e Nicole Minetti

4 anni e 7 mesi a Emilio Fede, 2 anni e 10 mesi per Nicole Minetti. Sono le pene inflitte dai giudici della corte d'appello di Milano nell'ambito del secondo processo d’appello "Ruby bis". Le pene sono state ridotte rispetto alle richieste avanzate dal procuratore generale Daniela Meliota, che aveva proposto la conferma del precedente processo di secondo grado, annullato con rinvio dalla Cassazione nel novembre del 2014. In quella sede Fede era stato condannato a 4 anni e 10 mesi e Nicole Minetti a 3 anni. Secondo la Cassazione nelle motivazioni i giudici non avevano spiegato "in...

Leggi tutto

Mario Giordano lascia il Tg4. Sarà direttore Strategie e sviluppo dell'informazione Mediaset

Da oggi Mario Giordano è il nuovo direttore Strategie e Sviluppo dell'informazione Mediaset, nell'ambito della Direzione generale informazione. Lascia quindi il Tg4, alla cui direzione e’ stata chiamata Rosanna Ragusa, che in passato ha diretto, tra l’altro, l’Agenzia News Mediaset. Mauro Crippa, direttore generale Informazione Mediaset, sottolinea come “Mario Giordano a Mediaset è un capitano di lungo corso. Ha diretto con successo Studio Aperto, News Mediaset, Videonews, TgCom24 e il Tg4. Sulle nostre reti è stato autore di numerosi programmi...

Leggi tutto

Bbc, i giornalisti si tagliano lo stipendio contro le disparità di genere

In segno di solidarietà con le colleghe donne alcuni dei più noti conduttori della Bbc hanno annunciato di volersi ridurre il proprio stipendio. La decisione arriva dopo le ultime polemiche sulla disparità di trattamento salariale fra uomini e donne nell'emittente pubblica britannica, seguite alla denuncia e alle clamorose dimissioni pubbliche della giornalista Carrie Gracie. Fra loro il conduttore radiofonico Nicky Campbell, che ha fatto l'annuncio mentre era in onda durante il suo programma su Bbc 5. Oltre a lui nella lista ci sono altri presentatori e giornalisti come...

Leggi tutto

Askanews. Il Cdr proclama lo sciopero per il ritardo degli stipendi

Domani 26 gennaio 2018 i giornalisti dell'agenzia di stampa Askanews incroceranno le braccia. Lo sciopero è stato proclamato dal Cdr dell'agenzia in un comunicato in cui denuncia "la grave violazione da parte dell’azienda che per bocca dell'amministratore delegato Daniele Pelli ha annunciato che non pagherà entro il 27 gennaio gli stipendi. Una mossa ingiustificata e tanto più pesante in quanto colpisce una redazione che da anni dimostra alto senso di responsabilità, tramite accordi di solidarietà, prepensionamenti e cassa integrazione, che hanno...

Leggi tutto

Su Corriere.it arriva "Dataroom". Milena Gabanelli riparte dai social

Milena Gabanelli ritorna sul Corriere.it con un progetto innovativo basato sul "data journalism". "Dataroom", questo il nome della rubrica, partirà il 22 gennaio sull'edizione online del Corriere. La giornalista – informa una nota del Corriere – ritorna con un progetto nuovo e inedito che porta sui social e sul web la profondità e l'efficacia delle grandi inchieste giornalistiche che l'hanno resa famosa. Più che una rubrica sara una video-striscia della durata di circa tre minuti, in cui verrà sintetizzato di volta in volta un tema complesso raccontato...

Leggi tutto

De Benedetti a Otto e Mezzo: "Scalfari? Un ingrato"

Non si placa la polemica tra i due co-fondatori del quotidiano la Repubblica. Ospite di Otto e Mezzo, Carlo De Benedetti va giù duro contro lo storico direttore del quotidiano, Eugenio Scalfari: un "ingrato", un "signore molto anziano che non è più in grado di sostenere domande e risposte". La querelle è nata dopo che Scalfari, in una trasmissione tv, aveva espresso la sua preferenza per Silvio Berlusconi se la scelta doveva essere tra lui e Di Maio. Una "stupidaggine", dopo la quale peraltro, ha raccontato De Benedetti, lo stesso Berlusconi ha alzato il telefono...

Leggi tutto

Influencer e pubblicità occulta: l'Antitrust avverte le star dei social

Influencer nel mirino dell'Antitrust per pubblicità occulta attraverso i loro post sui social network. Belen Rodriguez, Fedez, Chiara Ferragni, Alessia Marcuzzi, Federica Pellegrini e, tra i marchi, Vuitton, Alberta Ferretti e Adidas si sono visti recapitare delle lettere di "moral suasion" in cui, dopo aver ricordato che la pubblicità deve essere chiaramente riconoscibile come tale, affinché l'intento commerciale di una comunicazione sia percepibile dal consumatore, l'Autorità ha evidenziato come il divieto di pubblicità occulta abbia portata generale...

Leggi tutto

Rai, Daria Bignardi lascia. Direzione di Rai3 a Coletta

Finisce senza strascichi il matrimonio tra Daria Bignardi e Mamma Rai. L'azienda ha reso noto la "separazione consensuale" con la giornalista e il conseguente addio alla direzione di Rai3. Nel comunicato ufficiale Viale Mazzini, comunica "la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro in corso con la Dott.ssa Daria Bignardi la quale ritiene ormai concluso il proprio percorso lavorativo nella società". La Bignardi, è scritto nella nota Rai, "non ha richiesto il pagamento di alcuna buonuscita". I vertici Rai "ringraziano Daria Bignardi per il lavoro svolto, la...

Leggi tutto

Tele Radio Amatrice. I giornalisti pensionati donano una regia televisiva

L'Unione nazionale giornalisti pensionati si è resa protagonista di un bel gesto di solidarietà nei confronti di Amatrice. Ha donato all'emittente Tele Radio Amatrice, dalla quale il sindaco Sergio Pirozzi, coadiuvato da una piccola ma efficiente équipe giornalistica mantiene quotidianamente i contatti con le popolazioni terremotate, una vera e propria regia televisiva che è già entrata in funzione. A tenere a battesimo la struttura, sono giunti da Roma il presidente dell'Ungp, Guido Bossa, il vicepresidente, Gianfulvio Bruschetti, il segretario Mauro Lando...

Leggi tutto

Russiagate, il falso scoop costa il posto a tre giornalisti della Cnn

Tre giornalisti di punta della Cnn si dimettono per l’articolo pubblicato online che ipotizzava legami con il Cremlino da parte di Anthony Scaramucci, membro italo-americano del team di transizione dell’amministrazione Trump. Il falso scoop sul "Russiagate" è costato il posto a Thomas Frank autore del pezzo e candidato in passato al premio Pulitzer, Eric Lichtblau ex "New York Times" e Pulitzer nel 2006 e Lex Haris, a capo del team investigativo della Cnn, che si sono dimessi. Il pezzo incriminato citava una fonte anonima secondo cui la commissione Intelligence del Senato...

Leggi tutto

Visita anche:

Informa - Testata a cura del centro di Documentazione Giornalistica - www.cdgweb.it
Interviste ai protagonisti. Servizi sui temi di attualità che coinvolgono il mondo dei media. Gli appuntamenti da non perdere. Informa,  rivista di aggiornamento permanente sui temi del giornalismo, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.