Scandalo intercettazioni, Rupert e James Murdoch ancora interrogati

  Rupert Murdoch e suo figlio James ancora interrogati per lo scandalo intercettazioni. I due magnati australiani verranno ascoltati questa settimana dalla cosiddetta "Leveson Inquiry", la commissione pubblica di inchiesta che in Gran Bretagna sta indagando sull'etica dei media, a seguito dello scandalo intercettazioni che ha visto coinvolte alcune testate edite dalla “News international” dei Murdoch. Non è la prima volta che l'ottantenne Rupert e il figlio James vengono ascoltati: già lo scorso luglio comparirono davanti alla commissione di inchiesta del Parlamento britannico. La lista dei...

Leggi tutto

Newspapers death watch, un sito per monitorare morte e nascita dei giornali

  Le testate che hanno chiuso i battenti sono sistemate nella categoria “Rip”, riposa in pace, mentre i nuovi progetti online sono raggruppati sotto la dicitura “Wip”, work in progress. Tutto questo si trova in “Newspapers death watch”, il blog americano che monitora morte e rinascita dei giornali dal 2007, anno in cui il suo fondatore Paul Gillin, esperto di tecnologia da più di 25 anni, si vide chiudere le porte in faccia dal “Wall Street Journal” e dal “Boston Globe”. I suoi articoli sulle mutazioni dell’editoria vennero giudicati “non plausibili” e allora decise di creare un sito tutto...

Leggi tutto

Alla Camera al via la discussione sulla riforma della Rai

È giunto il momento. Alla camera si comincerà a discutere sulla riforma della Rai. I lavori verranno portati avanti in sede referente dalle commissioni Trasporti, poste e telecomunicazioni e Cultura, scienza e istruzione riunite in sede congiunta. La prima riunione è in programma per giovedì 3 maggio, il giorno dopo è prevista l'assemblea dei soci per l'approvazione del bilancio, atto indispensabile per potere procedere al rinnovamento dei vertici della televisione pubblica. Allo studio ci saranno le diverse proposte di legge presentate negli ultimi anni a partire da quella del luglio 2010...

Leggi tutto

All’asta la redazione Rai di New York

Liquidazione. Lo studio di trasmissione televisivo della sede Rai a New York e la sua intera infrastruttura, tra cui attrezzature pre- e post-produzione, saranno vendute all'asta online. Lo annuncia la Heritage Global Partners (Hgp) società leader globale nei servizi di consulenza e aste e consociata di Counsel RB Capital, notizia diffusa da Marketwatch.com, del gruppo del "Wall Street Journal" e segnalata in Italia da Articolo21. Il primo maggio dalle 9 alle 16 ci sarà un'anteprima, mentre l'asta vera e propria sarà aperta per un giorno intero a partire dalle ore 10 di mercoledì 2 maggio...

Leggi tutto

"Vogliamo trasparenza", la Fnsi aderisce alla campagna su nomine Rai, Agcom e Garante privacy

  Trasparenza. È la parola d'ordine della campagna di Open media coalition sulle prossime nomine del Cda Rai, di quello dell'Agcom e di quello del Garante della privacy. Open media coalition, è una neonata coalizione di numerose associazioni di cittadini, consumatori, imprese studiosi e ricercatori nonché studenti universitari che hanno deciso di dire basta alle nomine di queste importanti figure nelle “segrete stanze” del Parlamento e di palazzo Chigi. Alla campagna ha aderito anche il sindacato dei giornalisti, la Fnsi. La recente Giunta della federazione della stampa “ha giudicato...

Leggi tutto

A maggio su La7 il ritorno di Fazio e Saviano

Un anno e mezzo dopo. Dalla Rai a La7, da Paolo Conte a Fabrizio De André torna in televisione la coppia record di ascolti Roberto Saviano e Fabio Fazio. Il capitolo d'esordio risale a un anno e mezzo fa con il programma "Vieni via con me", titolo tratto da una canzone di Paolo Conte, andato in onda su Rai3. Il seguito è in via di completamento proprio in questi giorni e sarà in televisione a partire dal prossimo mese, maggio 2012. I due conduttori e giornalisti non saranno però più in casa Rai, bensì, come lungamente annunciato, a La7 con una nuova trasmissione: "Quello che non ho", titolo...

Leggi tutto

Da CheBanca! nasce CheFuturo!

Uno spazio per raccontare le storie di chi oggi immagina come costruire il futuro. È questo l'obiettivo della nuova rivista digitale "CheFuturo!", promossa da CheBanca! e diretta da Riccardo Luna, noto fondatore di Wired Italia. Nella pagina dedicata alla presentazione della testata, CheFuturo! viene definito come "la rampa di lancio per proiettare l'Italia verso l'innovazione", uno spazio dedicato alle persone che "non hanno paura di dare ossigeno alle proprie idee". Il portale viene aggiornato su base quotidiana. Ogni giorno la redazione propone un contributo relativo a una delle sette...

Leggi tutto

Cartello Apple, Amazon abbassa i prezzi degli eBook

  Amazon all'attacco dei suoi rivali. La bufera legale che ha coinvolto Apple e altri editori,accusati di fare cartello sul prezzo degli eBook ha subito messo in moto la contromossa del gruppo americano che ha annunciato che abbasserà il prezzo dei libri elettronici per approfittare del momento positivo. Il maggiore distributore mondiale ha annunciato che il prezzo di alcuni dei principali volumi calerà da 14,99 a 9,99 dollari. La mossa di Amazon arriva dopo che ieri il dipartimento di Giustizia americano ha avvertito che porterà in tribunale Apple, Macmillan e Penguin, mentre ha già...

Leggi tutto

Debutta il Corsera per iPad

L'obiettivo sono i 100mila abbonati. Il Corriere della Sera lancia "Digital Edition 2.0" una applicazione scaricabile dal negozio virtuale della Apple appositamente creata per la fruizione del giornale tramite iPad. La testata conta già 60mila abbonati, ma, grazie alla versione 2.0 dell'applicazione, spera di raggiungere presto i 100mila. Con la Digital Edition i lettori hanno la possibilità di usufruire di una settimana di prova e quindi di acquistare l'accesso per una settimana a 4,99 Euro, per un mese a 19,99 o per un anno a 179,99. Il lettore compera così un vero e proprio pacchetto che...

Leggi tutto

E-book: causa antitrust contro Apple e cinque colossi dell’editoria americana

Libero prezzo, libero mercato. Anche per gli e-book. Il dipartimento di giustizia americano denuncia un trust tra la Apple e cinque colossi dell'editoria statunitense, ovvero HarperCollins Publishers Inc, Hachette Book Group, Penguin e Macmillan. L'accusa è di violazione della concorrenza sui prezzi dei libri digitali. L'azienda di Cupertino e la cinque case editrici sono infatti nel mirino del dipartimento di giustizia per avere creato un cartello fissando i prezzi degli e-book, non consentendo agli altri rivenditori la possibilità di effettuare sconti o di offrirli in promozione sottocosto...

Leggi tutto

Visita anche:

Informa - Testata a cura del centro di Documentazione Giornalistica - www.cdgweb.it
Interviste ai protagonisti. Servizi sui temi di attualità che coinvolgono il mondo dei media. Gli appuntamenti da non perdere. Informa,  rivista di aggiornamento permanente sui temi del giornalismo, della comunicazione e delle relazioni pubbliche.