Antenna 3, giornalisti senza stipendio da 6 mesi continuano a lavorare

Esasperati da 6 mesi senza stipendio, i 56 lavoratori di Antenna 3, assistiti dal cdr e dal Sindacato Giornalisti Veneto si sono rivolti al Prefetto di Treviso ed al Commissario nominato dal Tribunale per seguire il concordato preventivo richiesto dall'editore Thomas Panto. Dal 1° giugno, comunque, i lavoratori stanno garantendo, senza sosta e in autogestione, la produzione e la messa in onda dei tg e degli approfondimenti giornalistici, "consapevoli che l'interruzione delle trasmissioni, si tradurrebbe in un danno irreparabile per Antenna 3, leader sul mercato proprio per la riconosciuta...

Leggi tutto

Festival tv di Montecarlo, due riconoscimenti alla Rai per "La lunga marcia"

C'è anche un reportage italiano targato Rai tra i vincitori della 56esima edizione del Festival della televisione di Montecarlo: al Grimaldi Forum, che ha ospitato la premiazione, l'azienda di viale Mazzini si è aggiudicata due premi speciali con il "La lunga marcia" del giornalista del Tg1 Amedeo Ricucci, andato in onda nell'ottobre 2015 nella trasmissione "Speciale Tg1", affrontando "un tema assolutamente in linea con la nostra missione di servizio pubblico radiotelevisivo", sottolinea la tv di stato. "La lunga marcia" è, infatti, un docufilm itinerante e in presa diretta che racconta il...

Leggi tutto

Risj, l'informazione è sempre più social. Cresce l'utilizzo di Facebook per le news, in calo la Tv

L'informazione passa sempre più dai social network. Lo afferma il Digital News Report 2016 pubblicato annualmente dal Reuters Institute for the Study of Journalism (Risj), secondo cui, i social network sono una fonte di notizie su base settimanale per oltre il 50% del campione (50mila persone di 26 paesi nel mondo). Al contrario, diminuisce l'utilizzo della televisione, soprattutto tra i più giovani e la generazione dei millenials, Inoltre, secondo lo studio, "una parte crescente degli utenti dipendono dai social per il consumo diretto delle news"; un fatto che, secondo...

Leggi tutto

Telejato, Maniaci di nuovo in onda. Divieto di dimora annullato per errore di notifica

Grazie ad un errore di notifica Pino Maniaci, direttore di Telejato accusato di estorsione, è tornato in video. Al giornalista siciliano, diventato famoso per la lotta alla mafia combattuta attraverso le denunce del suo telegiornale, il Gip di Palermo aveva imposto il divieto di dimora nelle province di Trapani e Palermo. Divieto che per un difetto di notifica ora non sussiste più. "Voglio ringraziare chi ha pagato la bolletta della luce che ha permesso di tenere aperta Telejato Notizie – ha detto –, ma anche i ragazzi che collaborano con la televisione che non hanno mai mollato, nonostante...

Leggi tutto

Rai, da giugno addio alle signorine buonasera

La Rai dice addio alle signorine buonasera. Dopo 62 anni di onorata carriera, a viale Mazzini hanno deciso di pensionare le annunciatrici tv. Da giugno, infatti, le cosiddette signorine buonasera, come vennero soprannominate negli anni del primo boom televisivo, spariranno dagli schermi del servizio pubblico. Il cambiamento è legato inevitabilmente all'evoluzione tecnologica del mezzo televisivo. Oggi, infatti, dopo che già il televideo negli anni '90 aveva reso più semplice conoscere il palinsesto, la tv sta diventando sempre più interattiva e basta il telecomando per controllare i programmi...

Leggi tutto

Riina Jr a "Porta a Porta". L'Agcom richiama la Rai

Un "fermo" richiamo alla Rai per l'intervista a Salvo Riina andata in onda nella puntata di "Porta a Porta" del 6 aprile scorso. Lo ha inviato l'Agcom a Viale Mazzini sottolineando che l'intervista di Bruno Vespa presentava "talune criticità quanto alle modalità e alla contestualizzazione della stessa, nonché alla complessiva caratterizzazione del personaggio intervistato". La lettera di richiamo, anticipata da un quotidiano online e confermata da fonti dell'Agcom, è stata deliberata dal Consiglio dell'Autorità il 19 aprile scorso e inviata ieri al direttore generale della Rai, Antonio Campo...

Leggi tutto

Minacce alla giornalista. Alla fine Facebook oscura le pagine incriminate

Alla fine la legge l'ha spuntata su Facebook. Il social network di Mark Zuckerberg, dopo un primo rifiuto, ha dato completa esecuzione al provvedimento del giudice di Reggio Emilia che stabiliva l'oscuramento di due pagine, "Musulmani d'Italia", comunità e gruppo chiuso. Su entrambi gli spazi, infatti, era stato pubblicato il 25 febbraio un post dai contenuti minacciosi e diffamatori nei confronti della giornalista del Resto del Carlino, Benedetta Salsi. Il provvedimento del Gip era stato emesso l'8 marzo: all'inizio il social network si era detto non disponibile all'oscuramento. In seguito...

Leggi tutto

Anonymous attacca il sito dell'Odg Piemonte

Attacco hacker di Anonymous contro il sito internet dell'Ordine dei giornalisti del Piemonte. Il gruppo AnoPlus Italia, che ha firmato l'attacco, ha sostituito l'home page del portale dell'Odg con una schermata nera in cui campeggiava il loro "manifesto". Sfondo nero e sotto il logo la scritta: "Ogni persona che vuole difendere la propria libertà di informazione, la libertà del popolo e l'emancipazione di quest'ultimo dalla schiavitù dei media e di chi ci governa, di chi ci usa come strumento per attuare i suoi sporchi fini, fa già parte di AnonPlus". AnonPlus è considerato il social network...

Leggi tutto

Nuove ombre sull'omicidio di Ilaria Alpi: “testimone inaffidabile”

Nuove ombre sul processo che condannò Omar Hassan Hashi per l'omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, avvenuto il 20 marzo 1994 a Mogadiscio. Il testimone autista della troupe che riconobbe Hashi era "una persona non affidabile e che farebbe qualsiasi cosa per sopravvivere", secondo il diplomatico italiano che svolse gli accertamenti in Somalia. Le nuove rivelazioni arrivano dalla testimonianza alla Commissione parlamentare d'inchiesta resa in seduta segreta nellìottobre 2004 dall'ex ambasciatore Giuseppe Cassini, desegretata nei giorni scorsi e pubblicata oggi da Repubblica: "io non darei...

Leggi tutto

Tg4, Alessandro Cecchi Paone nuovo conduttore dell'edizione serale

Alessandro Cecchi Paone è il nuovo volto dell'edizione serale del Tg4. Dal prossimo 4 aprile il giornalista condurrà l'edizione pre-serale del notiziario diretto da Mario Giordano, per ridare nuovo lustro al Tg dopo l'abbandono alcuni anni or sono di Emilio Fede. L'addio dello storico direttore ha causato una perdita di ascolti che ora sarà compito di Cecchi Paone riportare ai tempi d'oro. La nuova edizione del Tg4 sarà un'edizione come confermato dallo stesso conduttore che durerà un'ora, sarà completamente rinnovata in cui le notizie verranno spiegate, "divulgate" come è nello stile di...

Leggi tutto