Google, su You Tube arrivano i "Bumper ads": pubblicità breve che non si potrà saltare

Si chiameranno "Bumper ads" e saranno l'ultima frontiera dell'advertising online. Vista la sempre maggiore facilità con cui gli internauti bypassano la pubblicità sui siti, Google sta studiando un nuovo formato pubblicitario tutto incentrato sulla rapidità. Con la diffusione degli ad-block e il declino del cost-per-click, Google ha bisogno di creare dei banner che siano poco invasivi, che siano interessanti e che siano visti nella loro interezza. Tre caratteristiche che saranno racchiuse nei nuovi "Bumper ads", un nuovo formato che debutterà presto sui client mobile di YouTube della durata di soli 6 secondi. I nuovi Bumper ads sono pensati per il modo in cui vengono "consumati" i contenuti su mobile e l'idea alla loro base deriva dal mondo televisivo, in cui in alcune circostanze vengono mandati in onda alcuni spot pubblicitari dalla breve durata. Una novità che ha senso anche se si considera che la visualizzazione dei contenuti sul web si fa sempre più ridotta in termini di tempo, e un'attesa di 30 secondi può divenire frustrante se il video correlato dura meno di un minuto. In questi casi l'effetto della pubblicità può essere diametralmente opposto rispetto agli obiettivi, con l'utente che la vede come una pura e semplice scocciatura, e non come un valore aggiunto al video. I nuovi Bumper ads non sostituiranno gli attuali, più lunghi, ma sono da vedere come un loro "complemento". Un inserzionista può realizzare una campagna di YouTube centrata su un video più lungo, e poi usare i "Bumper ads" per rinforzare il messaggio e raggiungere più audience. A differenza di molti dei video pubblicitari tradizionali presenti oggi su YouTube, che si possono saltare dopo 5 secondi, l'utente non potrà in alcun modo saltare uno spot Bumper e sarà costretto a visualizzarlo nella sua interezza. Dovrà, in altre parole, aspettare un secondo in più rispetto agli standard utilizzati oggi, vedendo però un breve spot pubblicitario per intero: "Nei primi test i Bumper hanno guidato una forte crescita nelle statistiche come richiamo, consapevolezza e considerazione", ha scritto Google sul blog ufficiale. Sono già disponibili sulla piattaforma alcuni video realizzati da Audi Germany e Atlantic Records che danno una prima idea di quello che saranno i Bumper ads su YouTube. Stando agli annunci della società gli inserzionisti potranno iniziare ad utilizzarli a partire dal mese di maggio in parallelo agli spot tradizionali.

Pin It