Niente cinema in Italia per “Godzilla vs Kong”: dal 6 maggio in streaming

0
797

La situazione di stallo delle sale cinematografiche italiane, causa pandemia, sembra essere ancora lontana da una risoluzione. Per questo il fenomeno del momento, ovvero il kolossal Godzilla vs Kong, sarà visibile nel nostro Paese solamente tramite l’acquisto o il noleggio premium sulle principali piattaforme digitali. Il film, diretto da Adam Wingard e con protagonisti Aleksander Skarsgård, Millie Bobby Brown e Rebecca Hall, arriverà in Italia giovedì 6 maggio, dopo aver debuttato con successo nei cinema statunitensi e cinesi già alla vigilia del weekend di Pasqua.

La pellicola rappresenta il sequel sia di Kong: Skull Island (2017) che di Godzilla II – King of the Monsters, rappresentando rispettivamente il trentaseiesimo capitolo cinematografico di Godzilla ed il dodicesimo di King Kong. La storia ruota attorno all’avventuroso viaggio che Kong compie insieme ai suoi protettori per ritrovare la sua vera casa. Insieme a lui anche una giovane ragazza orfana, Jia, con la quale il gigantesco gorilla ha stretto un rapporto speciale. Sulla loro strada però, i viaggiatori incontreranno il terrificante Godzilla, intento a distruggere qualsiasi cosa si trovi sul proprio cammino. Si arriverà così inevitabilmente ad un sensazionale scontro tra i due imponenti mostri, dietro al quale si cela il mistero nascosto nel profondo della Terra.

Oltreoceano, come detto, gli appassionati hanno potuto godersi lo spettacolo anche al cinema. Uscito il 31 marzo, il film ha incassato al botteghino circa 48.5 milioni di dollari solamente nel weekend pasquale. Godzilla vs Kong ha così letteralmente stracciato la concorrenza di altre pellicole uscite in tempo di pandemia, come ad esempio Tenet di Christopher Nolan, che nel suo primo weekend in sala, a settembre scorso, aveva fatto registrare un incasso di circa 20 milioni. A tal proposito c’è però da dire che ad oggi, secondo quanto riportato da Warner Bros, più del 90% dei cinema americani hanno già riaperto i battenti, incentivando quindi una forte  ripresa delle entrate al box office. Cifre che tuttavia rimangono ancora ben lontane da quelle dell’epoca pre-Covid. Basti pensare che lo scorso anno, nel weekend precedente allo scoppio dell’emergenza, in America il film Onward aveva raccolto 90 milioni, mentre poche settimane prima Sonic the Hedgehog incassava addirittura 164 milioni.

In Cina invece, la situazione è già molto vicina alla normalità, con l’affluenza nei cinema tornata pressoché ai livelli di due anni fa. Questo nuovo scontro tra titani ha raggiunto, nel primo weekend di programmazione, i 70 milioni di dollari di incasso.

 

Approfondimenti