Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino. Su Amazon l’adattamento televisivo dello storico libro

0
287
foto: Amazon Prime

Dal 7 maggio sarà disponibile su Amazon Prime Video la serie tv Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino. L’adattamento rappresenta una rilettura in chiave moderna della vera storia dell’adolescente tedesca Christiane F. e dei suoi amici, raccontata nell’omonimo libro del 1978. Al centro il tema del disagio giovanile che, in questo caso, sfocia nella tossicodipendenza e nella prostituzione minorile. La serie, realizzata in otto episodi, arriva in Italia ed in altri 18 Paesi dopo aver debuttato lo scorso febbraio in Germania, Austria e Svizzera.

Le tematiche toccate sono certamente delicate e significative. Ci si ispira per l’appunto alle reali vicende di un gruppo di adolescenti berlinesi degli anni ’70 che, non riconoscendosi nei valori della società contemporanea, si lanciano alla frenetica ricerca del piacere e dello sballo, senza accettare regole e limiti. Si abbandonano così alla dipendenza da eroina ed alla vita di strada, finendo anche in un giro di prostituzione minorile che vede coinvolti uomini ben più adulti di loro.

La storia originale deriva dalle strazianti confessioni di Christiane F. ai giornalisti Kai Hermann e Horst Rieck, i quali decisero di raccogliere il racconto della ragazza nel libro che divenne un successo mondiale (più di 5 milioni di copie vendute), mettendo così sotto i riflettori il problema della tossicodipendenza nei giovani degli anni ’70.                                                    A parlare del lavoro fatto per l’adattamento del libro alla tv, è stato il capo della sezione European Originals di Amazon Studios, Georgia Brown: “Nel reinterpretare questa storia provocatoria, Constantin Television, Philip Kadelbach e Annette Hess hanno lavorato duramente per renderla rilevante per un pubblico contemporaneo pur mantenendo l’essenza originale del libro e dei suoi personaggi. Sono felice che possiamo portare questa storia ai clienti Prime di molti paesi nel mondo”.