Nominato il nuovo cda Tim. Ha vinto il fondo Elliott

0
184

L’Assemblea Tim – che ha registrato la partecipazione del 67,15% del capitale ordinario della Società – ha nominato il nuovo consiglio d’amministrazione. E al termine di un duro testa a testa, l’ha spuntata la lista del fondo Usa Elliott (49,84% dei voti dell’assemblea contro il 47,18% della lista dei francesi di Vivendi). Il cda sarà composto da 15 amministratori. Dieci della lista Elliott: Fulvio Conti, Alfredo Altavilla, Massimo Ferrari, Paola Giannotti de Ponti, Luigi Gubitosi, Paola Bonomo, Maria Elena Cappello, Lucia Morselli, Dante Roscini e Rocco Sabelli. E cinque di quella Vivendi: Amos Genish, che sarà nominato ceo; Arnaud Roy de Puyfontaine; Marella Moretti (indipendente); Michele Valensise (indipendente) e Giuseppina Capaldo (indipendente). Rimarranno in carica per tre esercizi, (fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2020), e percepiranno in totale 2.200.000 euro.

Vivendi, primo azionista di Telecom con il 23,94% del capitale, promette che manterrà intatto il suo impegno nella compagnia telefonica al fine di evitarne lo smantellamento: “Vigileremo perché Genish riceva garanzie sul piano industriale 2018-2020 e affinché possa essere realizzato nella sua interezza e nella sua coerenza”. Fiducia all’ad – almeno per ora – anche dal fronte di Elliott, che parla di una vittoria “di tutti gli azionisti, di un nuovo capitolo che si apre”. Toccherà dunque a Genish mettere d’accordo le due anime del cda, quella francese e quella americana….