Nomine Rai: cercasi capo ufficio stampa, in pole Carlo Casoli

0
1662
Il giornalista Rai Carlo Casoli. Foto da sito giornalismo.unimi.it

Il breve mandato come capo ufficio stampa Rai di Anna Fraschetti – nominata ad aprile 2021 al posto di Claudia Mazzola (diventata, non senza polemiche, nuovo direttore dell’Ufficio Studi) – sta per terminare. Martedì 17 agosto, infatti, va in pensione. E i nuovi “inquilini” del settimo piano dovranno preoccuparsi di individuare un valido sostituto. Nei corridoi di Viale Mazzini si vocifera di una scelta interna. All’ufficio stampa attualmente lavorano 17 giornalisti, ma tolta la Fraschetti – e un’altra collega che andrà in pensione il 23 agosto – rimarranno in 15: il caporedattore Dante Fabiani; il vice caporedattore Carlo Casoli; tre caposervizio; e dieci redattori ordinari. Se la scelta dovesse essere interna, a quanto apprende AdgInforma.it in pole per sostituire la Fraschetti c’è Casoli.

SCADE ANCHE GIANNOTTI – È nato a Torino, ha 58 anni appena compiuti, una laurea in lettere appesa alla parete, giornalista professionista dal 1994 e dal 2008 dirige la comunicazione Rai del nord, a partire dai centri di produzione di Milano e Torino. Lavora in Rai ormai dal gennaio del 1992 ed è molto stimato dai colleghi. E si racconta che proprio a lui, prima dell’avvento della Mazzola, fosse stata proposta la nomina di capo ufficio stampa. Se l’ad Carlo Fuortes dovesse chiamarlo, questa volta farebbe volentieri le valigie per Roma. Il problema è che questa scelta dovrebbe essere di competenza del capo della comunicazione Rai che attualmente è Marcello Giannotti. Arrivato con Fabrizio Salini, il suo mandato scade il 13 settembre 2021 (di questo ci occuperemo nella prossima puntata). Vedremo se Fuortes, che in queste prime settimane non ha certo difettato in decisionismo, giocherà la “partita” del quarto piano in proprio…

Approfondimenti