Nomine Rai. Cpo: con nuove direzioni “equilibrio di genere peggiora”

0
463

Diminuiscono le donne nei ruoli apicali di viale Mazzini. La commissione pari opportunità di Viale Mazzini e l’UsigrRai sottolineano questo aspetto delle nuove direzioni di genere appena nominate dal Cda dell’azienda. Nel congratularsi con le colleghe Ammirati, Calandrelli e Capparelli per la riconferma nei loro incarichi, la Cpo sottolinea in una nota come “Aumentano però ancora gli uomini direttore in Rai”.

“Alla riconferma delle tre direttrici – spiegano nella nota – non si aggiungono nuove promozioni di donne alla posizione apicale. I numeri rimangono sfavorevoli alle donne”.

Le fresche nomine, che confermano le tre direttrici ai loro posti, posizionano “Coletta e Di Bella alle fasce day e prime time e promuove neo direttori Di Pace e Zappi, collocando il vicedirettore Mellone in pole position per succedere a Di Bella” aggiunge la commissione.

Equilibrio di genere peggiora: “Rispetto al totale dei direttori – conclude la nota -, considerando la precedente tornata di nomine e questa, l’equilibrio di genere a oggi risulta peggiorato: un direttore è andato via, ma 4 vice sono stati promossi, a fronte di 2 sole colleghe neodirettrici. Andiamo indietro”.

Approfondimenti