Nomine Rai: donne in, M5S out – a cura di Telpress

0
249
Giuseppe Conte Foto: wikimedia commons Governo.it

Rai, Maggioni al Tg1 e Sala al Tg3. L’ira di Conte: “Mai più 5S in tv” (Repubblica p.10, Stampa p.7, Corriere e Sole p.12, Messaggero p.9, Tempo p.5, Italia Oggi p.17, MF p.3). In Viale Mazzini vincono le donne: Maggioni al Tg 1 e Sala al Tg3, De Stefano a RaiSport. Maggioni è stata inviata di guerra, Sala quirinalista e De Stefano volto del ciclismo. Fuortes presenta il nuovo pacchetto di direttori: al Tg2 resta Sangiuliano, a Rainews Petracca, amico della Meloni. M5S sconfitto, tensioni in Cda che si spacca: scarso coinvolgimento. Palazzo Chigi dice no al compromesso dei grillini su Sala al Tg 1. La Maggioni è la prima donna a guidare la redazione del Tg della Rete ammiraglia. Conte va allo strappo: “Non andremo più nella tv di Stato. Siamo contro la lottizzazione ma così Fuortes ha esautorato solo i 5Stelle sottraendosi a qualsiasi confronto, che ruolo ha avuto il governo?”, telefonata irritata del capo dei M5S a Draghi. Matteo Renzi: “La posizione di M5S sulla Rai dimostra che non c’è bisogno di piani segreti per distruggerli: basta lasciar fare a Conte. È stato bello, grazie di tutto”. Vianello alla radio e Orfeo ai talk politici. Per la Lega conferma di Casarin.