Nomine Rai: “La Verità” timbra il primo “ticket” Andreatta-De Bortoli

0
1264
Il giornalista Ferruccio De Bortoli. Foto Wikimedia Commons

È tempo di manovre nel Palazzo in vista delle nomine Rai. Il cda va in scadenza e prima dell’estate bisogna indicare i “magnifici” sette. Il cda dei migliori, per dirla con Mario Draghi. Che poi, alla fine, se andrà bene sarà il cda del migliore, ovvero l’amministratore delegato, con il resto del board dato in pasto ai partiti (4 consiglieri di nomina parlamentare) e ai lavoratori Rai (1 consigliere). Il tutto condito da un presidente che si spera sia di “garanzia”. Ebbene, come da tradizione consolidata da qui all’estate sui giornali si aprirà la “lotteria” del settimo piano, e proprio stamane il primo “ticket” l’ha comprato “La Verità”. Intanto le regole del gioco: “Ascoltando le sirene della parità di genere – scrive Maurizio Caverzan – il primo criterio è la scelta di un ticket composto da un uomo e una donna”. Per la poltrona di ad ci sono tre candidati: Paolo Del Brocco, 57 anni, ad di Rai Cinema; Carlo Nardello, anche lui 57 anni, ora in forza alla Tim; e infine Eleonora Tinny Andreatta (classe 1964) planata in casa Netflix. Se a spuntarla dovesse essere “Lady Fiction”, il presidente dovrebbe essere un uomo: Ferruccio De Bortoli. “Se invece dovesse spuntarla Del Brocco, per Tinny resterebbe la poltrona di presidente”… Insomma il primo “ticket” è stato timbrato, in Viale Mazzini gira la ruota…

Approfondimenti