Non c’è l’accordo con Sky, Fox Sports chiude il 30 giugno

0
563

Sembra che dopo Mediaset Premium (dove a rischiare sono una quarantina di giornalisti), lo tsunami che ha travolto il mondo dei diritti tv del calcio travolgerà un altro operatore della comunicazione: Fox Sports. Dal canale, infatti, confermano a LoSpecialista.tv l’indiscrezione di stamane di Claudio Plazzotta su “Italia Oggi”: il canale chiude. Quando? Il 30 giugno 2018. Sky Italia, che fin qui ha ospitato Fox Sports, ha deciso infatti di non rinnovare l’accordo. Anche perché – senza la Liga spagnola (scaduta proprio adesso) – in pancia al canale diretto da Marco Foroni sono rimaste (oltre a qualche manifestazione di minore appeal) solo le partite di calcio del campionato tedesco e della Coppa di Lega inglese. Troppo poco per giustificare un rinnovo della partnership satellitare. Peccato per la squadra di circa 30 persone, tra cui una decina di dipendenti quasi tutti giornalisti, che nonostante abbiano fatto in questi anni un ottimo lavoro – premiati anche dagli ascolti – debbano trovarsi un’altra occupazione. Fox Sports continuerà ad avere solo un sito internet, che ha sempre avuto vita propria e che viene alimentato da Roma. Ma questa struttura non sarà l’ancora di salvataggio per Milano… Ora la Bundesliga tedesca e la coppa di Lega inglese cercano casa. Gli “avvoltoi” Sky, Perform o Premium possono avventarsi sulla “preda”.

Il saluto della redazione su Foxsports.it: “Il 30 giugno 2018 finisce la storia del canale tv Fox Sports in Italia. In questi cinque anni Fox Sports è diventato una piacevole consuetudine per gli appassionati di sport, diventando la casa dei migliori Top Player del calcio internazionale e degli sport americani. Dall’agosto 2013, abbiamo raccontato un’infinità di grandi e piccole storie di sport. Tra le più belle ed emozionanti la favola del Leicester City di Claudio Ranieri fino all’incredibile vittoria del titolo di Campione d’Inghilterra nel 2016. Giornata dopo giornata abbiamo seguito l’infinita sfida tra Messi e Cristiano Ronaldo per il trono di miglior giocatore del mondo, abbiamo fatto scoprire al grande pubblico il calcio africano, trasmesso eventi di culto come i Darts o il Super Bowl, abbiamo ridato dignità televisiva alla grande boxe seguendo dall’inizio l’ascesa del nuovo Campione dei pesi massimi Anthony Joshua. Siamo entrati nelle case degli appassionati con uno stile nuovo, contraddistinto da grande professionalità, ma allo stesso tempo fresco, giovane e brillante, ‘senza cravatta’ come scherzando lo abbiamo definito tra noi. Ci siamo riusciti grazie alla passione dei nostri giornalisti e commentatori e di tutta la squadra di Fox Networks Group Italy che da dietro le quinte ha sostenuto e valorizzato il canale e i suoi contenuti. Alla nostra passione si è aggiunta quella di tutti coloro che ci hanno seguito sulle piattaforme che ci hanno ospitati in questi anni: sarà un vero peccato per noi non avere più l’opportunità di poter vivere insieme le emozioni del grande sport. A tutti quelli che hanno fatto il tifo per noi va il nostro ringraziamento più sentito, per il sostegno e il confronto continuo in questa avventura entusiasmante arrivata alla fine. Grazie a tutti”.

Approfondimenti