Osservatorio comunicazioni, Agcom: tra i media sempre più Internet e meno quotidiani. Bene Rai e Tg1

0
604
Foto di congerdesign da Pixabay

Cresce il numero di ore passato dagli italiani su internet, diminuiscono le vendite dei giornali. Sono queste le tendenze principali registrate dall’Osservatorio sulle comunicazioni dell’Agcom, per il periodo 31 Marzo – 30 Giugno 2021. I dati appena diffusi evidenziano come nel mese di giugno 44,5 milioni di utenti unici hanno navigato in rete per una media di 57 ore di navigazione mensili per persona. L’utilizzo della rete internet si concentra in particolare sulle principali piattaforme e social network, confermando il trend in crescita già registrato nel trimestre precedente.

Allo stesso modo ma in direzione diametralmente opposta, prosegue il calo della vendita dei quotidiani, già evidenziato dagli osservatori precedenti. Nel mese di giugno 2021, la vendita di quotidiani (copie cartacee e copie digitali complessive) è stata pari a circa 49,5 milioni di copie, in flessione del 2% su base annua. Con riferimento all’intero periodo considerato (giugno 2017 – giugno 2021), le copie giornaliere cartacee complessivamente vendute dai principali editori passano da 48 a 29 milioni di unità con una contrazione del 40%. Contestualmente, le copie digitali risultano in netto calo, se si considera l’intero periodo (-5 punti percentuali) ma in aumento se si considerano i valori di giugno 2020 (+6 punti percentuali).

La Televisione – In ambito televisivo l’Osservatorio conferma la leadership della Rai in termini di ascolti (3,4 milioni di telespettatori nel giorno medio), con un incremento della propria quota rispetto a marzo 2020 (+3,3 punti percentuali), e raggiunge uno share del 37,3%. Al secondo posto Mediaset, che, con 2,7 milioni di telespettatori nel giorno medio registra una diminuzione della propria quota (-2,4 punti percentuali) che si attesta al 29,4%. Nello stesso periodo, si osservano performance in calo anche per Discovery (-0,3 punti percentuali), per La7 del Gruppo Cairo Communication (-0,6 punti percentuali) e per gli altri operatori (-0,8 punti percentuali) che complessivamente raggiungono il 14,9% dei telespettatori. In controtendenza, con una crescita di 0,7 punti percentuali, Comcast/Sky che ottiene il 6,7% degli ascolti complessivi.

I Telegiornali – L’analisi dell’evoluzione degli ascolti delle edizioni serali dei principali telegiornali vede, nello scorso mese di giugno, confermare come più seguiti il TG1 e il TG5, rispettivamente con un ascolto medio giornaliero di 4,4 e 3.2 milioni di spettatori. Al terzo posto, nonostante la contrazione di 1,4 punti percentuali su base annua, l’edizione serale della testata a carattere locale della Rai 3, la TgR, con una share, pari al 13,7%.

Approfondimenti