Parlamento cala il poker di consiglieri Rai. Giampaolo Rossi è fuori

0
1139
Giampaolo Rossi, foto da streaming

I primi mal di pancia nel Palazzo erano arrivati con l’indicazione, da parte del Premier Mario Draghi, di Carlo Fuortes come amministratore delegato e di Marinella Soldi come presidente. Oggi sono continuati con l’indicazione degli ultimi quattro consiglieri che andranno a comporre il nuovo cda Rai. I dem (alla Camera) hanno votato Francesca Bria, ma alcune correnti (e Italia Viva) le avrebbero preferito il giornalista Stefano Menichini. Il Movimento 5 Stelle (al Senato) ha scelto l’avvocato Alessandro Di Majo (sembra gradito a Giuseppe Conte), ma la maggioranza dei commissari grillini in Vigilanza avrebbero votato più volentieri Antonio Palma, attuale presidente dell’Istituto poligrafico e Zecca dello Stato. Forza Italia l’ha spuntata (alla Camera) con l’indicazione di Simona Agnes, figlia di Biagio. Mentre la Lega (al Senato) ha confermato il consigliere uscente Igor De Biasio. E nel centrodestra i malumori sono tutti in casa Meloni dove l’uscente Giampaolo Rossi è rimasto fuori dalla Sala Orsello. Giovedì 15 luglio tornerà a riunirsi l’Assemblea dei soci Rai per l’approvazione del bilancio 2020 e l’insediamento dei sette consiglieri (c’è anche Riccardo Laganà confermato dai dipendenti Rai). Quindi – incassato il veloce passaggio delle due nomine del Tesoro in Consiglio dei Ministri – l’indicazione del presidente Soldi, che dovrà poi ottenere 27 voti su 40 in commissione di Vigilanza. Un via libera tutt’altro che scontato al momento. Altri mal di pancia…

LE PRIME PAROLE DI FUORTES – “Non è il caso che io risponda alle polemiche sulla Rai – ha detto Fuortes agli Stati generali della Cultura del Sole 24Ore -. Ho avuto una designazione, è prematuro rispondere a domande sul mio futuro incarico. E’ ovvio che tutto il mio background possa essere molto utile alla Rai che, al di là delle polemiche politiche, è la più grande azienda culturale italiana e questo deve rimanere. E’ importante ragionare sul prodotto, su quello che fa, tutto il resto è un problema che non mi sto ponendo”.

Approfondimenti