Patuanelli: in Rai prima riduzione dei costi e poi del canone

0
253
Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Prima una riduzione dei costi, poi una riduzione del canone. È questa la linea che il governo – come ha spiegato stamane il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, in commissione di Vigilanza – intende portare avanti in materia di Rai. Il canone in bolletta e l’incremento del gettito devono “portare ad una riflessione sulla razionalizzazione e sulla riduzione dei costi. Un ragionamento sulla riduzione del canone deve essere fatto solo dopo che ci sarà una razionalizzazione dei costi”. Una riduzione, ha aggiunto Patuanelli, “partendo dalle fasce più deboli della popolazione, con Isee più basso e maggiore difficoltà”.

LE NOMINE – Guardando poi alle nomine alle direzioni di genere, in agenda in Viale Mazzini per giovedì 28 novembre, Patuanelli ha precisato: l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, “è libero di scegliere insieme al cda in base a un criteri meritocratico”. “A guidare queste scelte deve essere sempre il merito e la capacità, partendo prima dalle risorse umane interne all’azienda, un patrimonio molto ampio. Bisogna valorizzare le persone, individuare quelle che hanno capacità e che possono svolgere un ruolo apicale”.

Approfondimenti