Per Apple dieci anni senza Jobs. Ma i conti vanno a gonfie vele

0
122
Foto by zhang kaiyv on Unsplash

A dieci anni dalla scomparsa di Steve Jobs, la Apple di Tim Cook resta regina di Big Tech. Una storia che stamane racconta Ettore Livini su la Repubblica. “I conti, dati alla mano, tornano: il giro d’affari del terzo trimestre 2021 è più del triplo (81 miliardi) di quello degli stessi mesi 2011. I profitti sono quadruplicati. Nel 2011, al momento del passaggio del testimone, aveva sorpassato temporaneamente Exon diventando l’azienda con più valore in Borsa. Oggi ha consolidato – e per distacco – il primato. Apple vale 2.500 miliardi a Wall Street, 600 miliardi circa più del Pil dell’Italia, e ha lasciato a distanza un’altra stella del petrolio, l’araba Aramco, che al momento della quotazione l’aveva scavalcata per qualche settimana”. “L’iPhone è ancora il cavallo di battaglia e da solo ha garantito nel 2020 39,6 miliardi di entrate, più di quanto fatturava tutta l’azienda nel 2011”. Un articolo assolutamente da non perdere per chi vuole saperne di più della gestione della Mela da parte di Cook e magari ha qualche soldino da investire in Borsa…

Approfondimenti