Per il Tg1 il ventennale dell’11 settembre non è stato un evento “Speciale”

0
959
Il giornalista Rai Giuseppe Carboni. Foto da streaming

La titolarità dell’informazione di Rai1 deve essere del Tg1. La redazione di Giuseppe Carboni teme il cannibalismo editoriale di Stefano Coletta, rivendica condivisione nelle scelte, candida nuovi volti da lanciare (anche nei programmi di Rete) e mette in guardia – anche l’ad Rai Carlo Fuortes – dal continuo utilizzo di professionalità esterne, o peggio ancora prime utilizzazioni. E lo fa con l’appoggio dell’Usigrai (reduce dalla firma del “Giusto contratto”) e del consigliere Riccardo Laganà. E proprio in questi giorni, la commemorazione del ventennale dell’11 settembre ha aumentato le fibrillazioni al Tg1 dove il direttore è ormai in scadenza di mandato. In un recente comunicato del cdr, infatti, si lamenta – a quanto apprende AdgInforma – che il notiziario dell’ammiraglia, fatta eccezione per le ordinarie edizioni del tg, non abbia messo in campo nulla, mentre le Reti concorrenti (come il Tg5 ad esempio) erano in onda in diretta. Non è stato proposto il racconto live della cerimonia a New York a Ground Zero in forma completa o parziale, né niente altro. Insomma, né approfondimento, né diretta. Per il cdr del Tg1 un’occasione sprecata. Bisognava raccontare una pagina di storia così importante affidandola magari alle redazioni speciali, e a conduttrici, inviati e conduttori di consolidata esperienza. E invece nulla.

NESSUNA POLEMICA LA MAGGIONI – Una polemica che questa volta non coinvolge direttamente Coletta (che sembra abbia aperto un canale di dialogo con Carboni sull’informazione Rai1-Tg1) che aveva il diritto dovere di raccontare l’11 settembre affidandosi in prima serata alle cure di Sette Storie e di Monica Maggioni, tra l’atro ex volto noto proprio del Tg1. E che potrà fare lo stesso chiamando in causa Bruno Vespa e Porta a Porta. Il destinatario delle critiche del cdr sembra essere proprio Carboni, che avrebbe dovuto prendere un’iniziativa, almeno per la diretta del pomeriggio, che invece non ha pensato di prendere. E non è la prima volta che un’occasione “Speciale” al Tg1 diventa un’occasione “Sprecata”.

Approfondimenti