Per Murdoch e Berlusconi è tempo di aprire la “cassaforte”

0
332

Bill Gates, fondatore di Microsoft e uomo più ricco del mondo, non solo ha privato i suoi tre figli dello smartphone fino all’età di 14 anni. Li priverà, per tutta la vita, del suo patrimonio che andrà – come lui stesso ha annunciato – in gran parte in beneficenza. “Distorcerebbe la loro vita” ha dichiarato Gates. Non la pensano come lui Rupert Murdoch e Silvio Berlusconi, che alcuni dei loro figli li hanno anche scelti per guidare le aziende di famiglia. Il primo ha già venduto buona parte del suo impero e si prepara a distribuire 2 miliardi di dollari a ciascuno dei suoi sei figli; il secondo comincia a pianificare il futuro di Fininvest e Mediaset da destinare a cinque figli.

“Due miliardi di dollari a testa. E quanto si prepara a incassare ciascuno dei sei figli di Rupert Murdoch – scrive Giuliana Ferraino sul Corriere della Sera – dopo la divisione dell’impero mediatico e la vendita delle attività dell’entertainment alla Walt Disney. Parti uguali per la primogenita Prudence; per Lachlan, James e Elizabeth, i tre figli avuti dalla seconda moglie Anna; e infine per Grace e Chloe, le due figlie, ancora adolescenti, avute dalla terza moglie, Wendi Deng. A fare i conti è il ‘Financial Times’, che parte dal 17% nel capitale di 21st Century Fox in mano a Murdoch, controllato attraverso il trust di famiglia. Quella partecipazione vale circa 12 miliardi di dollari alla luce dell’offerta da 71,5 miliardi che Disney si prepara a pagare per le attività di 21st Century Fox, compresi i film, i canali via cavo e il network televisivo asiatico Star. Ma non include la quota della famiglia Murdoch in News Corp, il gruppo editoriale che controlla, tra l’altro, il ‘Wall Street Journal’ e i due quotidiani londinesi ‘The Times’ e ‘The Sun’; né la New Fox, la società nata dalla separazione da 21st Century Fox che custodisce il canale americano di notizie Fox News. Dentro c’è invece il 39% di Sky che Murdoch, insieme a Disney, ha accettato di vendere a Comcast, dopo aver perso l’asta per il restante 61% della tv via cavo”.

Stesso andazzo nell’impero Berlusconi. Silvio – due mogli e cinque figli – prepara la divisione della cassaforte. Sempre sul Corriere della Sera, Federico De Rosa ci riporta la smentita di Marina Berlusconi sulle pressioni al padre per vendere Mediaset. “Tra Fininvest e Vivendi non c’è al momento alcun riavvicinamento. Né, ha chiarito ieri Fedele Confalonieri, pressioni da parte di Marina Berlusconi per vendere il Biscione al francesi. Ipotesi ‘totalmente senza senso’ le ha bollate il presidente di Mediaset, affermando che ‘non è vero’ che Marina ha chiesto al padre, Silvio Berlusconi, di vendere, ‘non ha mai fatto alcuna pressione’”. Ma prima o poi, anche qui, la torta andrà divisa…