Polvere di Social – 6 febbraio 2021

0
510
Foto dal database di Canva

AdgInforma ha raccolto per voi alcune delle novità dal mondo social annunciate o lanciate nell’ultima settimana.

TikTok bloccherà gli utenti con meno di 13 anni

La decisione è arrivata in accordo con il Garante per la Privacy dopo la morte della piccola Antonella: dal 9 febbraio, verrà chiesto agli utenti di indicare nuovamente la propria età e verrà inserita l’opzione di segnalare i profili dei bambini con meno di 13 anni. Al vaglio anche la possibilità di utilizzare l’intelligenza artificiale per individuare i profili degli utenti che hanno dichiarato un’età fasulla al momento dell’iscrizione. Contestualmente è stata lanciata una campagna per sensibilizzare soprattutto i genitori su un utilizzo consapevole della piattaforma su carta stampata, web e radio.

La piattaforma ha anche messo in atto una serie di misure per contrastare la diffusione della disinformazione inserendo delle etichette di avviso su clip video che contengono affermazioni infondate (anche se non chiaramente false).

La piattaforma ha già in atto collaborazioni con fact checkers esterni, fra cui PolitiFact, Lead Stories, e SciVerify che stabiliscano quali contenuti siano chiaramente fasulli e pertanto debbano essere rimossi dall’app. Qualora il controllo non risulti conclusivo, TikTok inserirà una notifica prima del contenuto.

Snapchat cresce nell’ultimo trimestre, soprattutto grazie all’India

Snapchat fa registrare un sonoro + 62% di fatturato nell’ultimo trimestre 2020, con un importante aumento di utenti attivi (16 mn) spinto soprattutto dall’India, dove il Governo ha bannato TikTok lo scorso giugno, insieme ad altre 58 app cinesi. Snapchat ha investito considerevolmente in contenuti “locali” e in un miglior supporto linguistico per paesi del “resto del mondo” (che per l’azienda significa extra-EU ed extra-Nord America), nonché in un considerevole aggiornamento dell’interfaccia Android. La strategia ha pagato: in India ha registrato un +150% di utenti attivi ogni giorno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Fra le statistiche più rilevanti, quella che riguarda la fruizione di news: ben 30 milioni di utenti hanno guardato la copertura informativa delle elezioni statunitensi durante la settimana clou della tornata elettorale.

YouTube rilancia la piattaforma dedicata allo sport

YouTube (di proprietà di Google) ha aggiornato la propria piattaforma dedicata ai contenuti sportivi, incrementando altresì l’offerta pubblicitaria per la TV connessa, in risposta ad una crescente domanda di contenuti sportivi fra i propri utilizzatori.

Facebook sta lavorando per permettere la condivisione dei Reels

Per rispondere alla continua espansione di TikTok, Facebook sta lavorando a nuovi modi per impedire la migrazione in massa degli utenti – soprattutto i più giovani – verso la piattaforma di micro-video. Già a dicembre Facebook stava sperimentando la possibilità di consentire ai Creators di Instagram di condividere i propri Reels sia nel News Feed che attraverso Facebook Watch, con un potenziale di reach e engagement decisamente notevole.

Anche Google sta valutando di aggiornare il tracciamento dati su Android

A breve, Apple lancerà l’aggiornamento sui propri sistemi, che ridurrà considerevolmente la quantità di dati sui comportamenti degli utenti mobile a disposizione degli advertisers. Ora anche Google sta valutando modifiche al modo in cui raccoglie i dati degli utenti, nel tentativo di rimanere al passo con le sempre più pesanti pressioni per la trasparenza nel tracciamento dei dati personali.

In particolare, si legge su Bloomberg che Google starebbe lavorando per limitare la raccolta dei dati e il tracciamento fra le app in ambiente Android, ma in modo meno rigoroso di Apple.

Crescono gli introiti pubblicitari su LinkedIn

LinkedIn (di proprietà di Microsoft) continua a mostrare livelli di engagement da record e ha superato le aspettative per gli introiti pubblicitari nell’ultimo trimestre. Secondo i risultati pubblicati da Microsoft per il secondo trimestre 2021, le sessioni di LinkedIn sono cresciute del 30% negli ultimi tre mesi del 2020, mentre il fatturato della piattaforma è cresciuto del 23% nello stesso periodo.

LinkedIn ha quasi 740 milioni di utenti attivi che utilizzano la piattaforma per creare collegamenti professionali, formarsi e trovare nuove opportunità di lavoro. Oltre all’incremento delle sessioni, anche le conversazioni sono cresciute, del 48%, e il tempo trascorso sulla piattaforma è il doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.