Premio Aica. Chi sono i vincitori dell’Oscar della comunicazione ambientale 2021

0
150
Un momento della premiazione del Premio Aica 2021 - Foto da streaming

Sono la cooperativa ènostra, la campagna “Climate Changed Me” della Ficr e Gaetano Capizzi i tre vincitori del premio Aica, l’Oscar della comunicazione ambientale 2021.

La cerimonia di premiazione è andata in scena sabato 13 novembre dal PalaAlba Capitale, condotta dal giornalista Beppe Rovera, già volto noto della trasmissione di Rai 3 Ambiente Italia. Dopo due la manifestazione è tornata a svolgersi in presenza nella struttura adibita per gli eventi legati al programma Alba Capitale della Cultura.

I vincitori sono stati decretati tra i candidati finalisti, attraverso una votazione popolare sui canali social dell’Associazione e grazie alle preferenze espresse dalla giuria, composta dal Comitato Scientifico di Aica, l’Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale.

Per la prima categoria, denominata “Comunicare con i cittadini fa bene all’ambiente” il cui tema quest’anno era “Innovazione nella Comunicazione”, si è aggiudicata il Premio Aica la cooperativa ènostra, che produce e fornisce elettricità rinnovabile, sostenibile ed etica a famiglie, imprese e organizzazioni del terzo settore. ènostra, rappresentata durante la premiazione da Pino Tebano, si è distinta per aver realizzato il più grande impianto eolico collettivo d’Italia, grazie anche al sostegno delle socie e dei soci della cooperativa.

Climate Changed Me, campagna di comunicazione realizzata dalla Federazione internazionale delle società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, è stata premiata nella categoria “Comunicare i Cambiamenti Climatici” ispirata agli accordi di Parigi sul clima. Alla cerimonia erano presenti Tommaso Della Longa, portavoce del Presidente Francesco Rocca, e Figanmese Melis, responsabile della campagna internazionale, che ha raggiunto e coinvolto moltissime persone nel mondo, tra cui l’attivista svedese Greta Thunberg.

Infine, il premio alla carriera è andato a Gaetano Capizzi. Presidente e fondatore di CinemAmbiente, Capizzi è stato per anni presidente del network internazionale di festival cinematografici ambientali Green Film Network. La kermesse italiana, in scena dal 1997 a Torino, ha permesso negli anni di creare uno spazio dedicato alle migliori opere cinematografiche legate alle tematiche ambientali, portandole così all’attenzione del grande pubblico.

Ai vincitori sono state consegnate tre piante tartufigene, simbolo delle Langhe nel mondo e inoltre entreranno di diritto nel Comitato Scientifico di Aica, per permettere la creazione di rapporti saldi e duraturi, basati su valori comuni.

Approfondimenti