Premio Giustolisi, scelti i vincitori dell’edizione 2020

0
144
Franco Giustolisi

Ci sono nomi illustri del giornalismo italiano tra i vincitori del premio Giustolisi 2020. Gad Lerner, Antonio Padellaro, Milena Gabanelli e Andrea Purgatori sono solo alcuni dei nomi scelti dalla giuria presieduta da Sandra Bonsanti.

Il premio, giunto alla sua sesta edizione, il riconoscimento è intitolato alla memoria di Franco Giustolisi, uno dei più importanti giornalisti d’inchiesta italiani, scomparso il 10 novembre del 2014.

Di seguito riportiamo tutti i premiati nelle diverse categorie. Il premio Giustolisi “Giustizia e verità” 2020 è andato ad Antonella Napoli per le sue numerose inchieste e focus sull’Africa e sul Guatemala pubblicate su diversi giornali. A lei andrà il premio in denaro di 4mila euro erogato dal Comune di Fivizzano attraverso l’Archivio Franco Giustolisi-Onlus.

Il Premio della Giuria se lo sono aggiudicato Gad Lerner e Laura Gnocchi per il libro “Noi partigiani”, edito da Feltrinelli.

Il Premio “Fuori dall’Armadio” è stato assegnato a Roberto Oligeri, per l’inchiesta “Sepolti ad Aulla i segreti della morte di Mattei”, pubblicata da “La Nazione”

Premio di “saggistica per opere edite” è andato ad Antonio Padellaro per “La strage e il miracolo”, Edizioni Paperfirst, ed ex aequo a Tiziana Ciavardini e Giorgia Butera per “Hijab”, Castelvecchi.

Menzione speciale per Sabrina Pisu autrice de “Il caso Mattei, le prove dell’omicidio del Presidente dell’ENI”, Chiarelettere

Il Premio “Storia & Memoria” ha visto la vittoria di Giustino Parisse con “Natale e Vitocco. Omicidio senza colpevoli”, pubblicata da Il Centro

Il Premio speciale Giuria è andato a Milena Gabanelli per il corpus del suo lavoro culminato in “Dataroom”

Il Premio per la TV è stato assegnato ad Andrea Purgatori per le inchieste di “Atlantide” su La7

Il Premio Web è andato, invece, a Federica Ginesu per l’inchiesta “La violenza istituzionale che separa madri e figli”, su glistatigenerali.com

Altra menzione speciale per Ada Martella autrice dell’inchiesta “Ecolio 2, l’impianto che puzza. Di marcio”, su iltaccoditalia.it

Diverse menzioni speciali sono andate ai cronisti tv che hanno raccontato sul campo l’evoluzione della pandemia da Covid-19:Maria Teresa Palamà, Rai Tg3 Lombardia; Yari Pilati, RaiTg 3 Lombardia; Emanuela Bonchino, RaiNews24; Gabriele Lo Bello, Tg2; Giuseppe La Venia, Tg1; Paolo Micai, Mediaset, alla memoria, tra i primi a raccontare l’epidemia e morto di Covid; Carlotta Dessì, Mediaset; Alessio Lasta, La 7, Piazza Pulita; Menzione speciale all’Eco di Bergamo

La giuria e lo staff del Premio Giustolisi auspicano che la premiazione di questa edizione, dopo aver toccato via via i luoghi teatro di stragi nazifasciste tra il 1943 e il 1945 e oggetto delle ricerche giornalistiche di Franco Giustolisi,venga ospitata come lo scorso anno alla Camera dei Deputati, quando le restrizioni legate all’epidemia da Coronavirus lo renderanno possibile. L’augurio è che avvenga all’inizio del prossimo anno quando sarà reso noto il nome del Comune, vittima della barbarie nazifascista, che ospiterà l’edizione 2021.

Approfondimenti