Premiolino 2015 a Mattia Feltri e Alessandra Sardoni

0
178

Il-Premiolino-logoSono Mattia Feltri e Alessandra Sardoni i vincitori del Premiolino 2015. La giuria ha reso noto i nominativi dei vincitori della 55ª edizione del premio giornalistico più antico d’Italia promosso da 10 anni da Birra Moretti. Nato a Milano nel 1960, il premio è destinato, come recita il regolamento, “alle espressioni del giornalismo scritto, radiofonico o televisivo che si siano particolarmente distinte per varietà e originalità dei contenuti, per pregi professionali e formali, e soprattutto per la volontà di testimoniare la realtà, impegno primario di ogni giornalista libero, non condizionato da qualsiasi influenza esterna”. Mattia Feltri, editorialista e inviato de La Stampa, ha vinto il riconoscimento per la sezione quotidiani. La sua collega Alessandra Sardoni, Inviata del TG de La7 ed esperta cronista politica, si è aggiudicata il Premiolino per la sezione TV. Altri premi sono stati vinti da Piera Detassis, direttore di Ciak, il mensile che racconta il mondo del cinema. A lei è andato il Premiolino per la sezione periodici. “Scarp de’ tenis – Il mensile della strada”, il giornale non profit che, sostenuto dalla Caritas Ambrosiana, tratta temi di disagio e di emarginazione si è aggiudicato il riconoscimento per la sezione periodici. Nata nel 1994, la testata è ispirata al titolo della celebre canzone di Enzo Jannacci (El purtava i scarp de’ tenis).Stesso riconoscimento è stato attribuito a “La Lettura”, l’inserto settimanale (esce la domenica) del Corriere della Sera, affermatosi come testata culturale di riferimento nel panorama editoriale. Il premio per la sezione Web/New Media è andato all’intera redazione di “Good Morning Italia” una squadra di giornalisti che indirizza ogni mattina al suo pubblico di lettori, via e-mail o tramite app, una selezione dei più importanti fatti del giorno, tratti dai maggiori quotidiani e dai principali siti italiani e stranieri. Infine il Premio Birra Moretti per la Diffusione della Cultura Alimentare va alla squadra del gruppo editoriale Jamie Oliver Magazines and Broadcasting, che fa capo a Jamie Oliver, cuoco, anchorman, giornalista e imprenditore inglese noto in tutto il mondo. Riviste, libri, trasmissioni TV, app e canali digitali. Ma anche campagne sociali rivolte soprattutto ai giovani: da quasi 20 anni il gruppo promuove in oltre 200 Paesi una corretta food education. Un impegno a 360° teso a trasformare (in meglio) le abitudini alimentari di questo terzo millennio. Storico, prestigioso e dunque ambito, Il Premiolino rappresenta un punto fermo nella storia del giornalismo italiano. Nel corso degli anni, edizione dopo edizione, se lo sono aggiudicato grandi firme come Indro Montanelli, Eugenio Scalfari e Giorgio Bocca, Sergio Zavoli, Pier Paolo Pasolini, Altiero Spinelli, ma anche tanti giovani e nomi meno noti, spesso al lavoro in piccole testate, segnalati per qualità morali e professionali.Come da tradizione, la Giuria renderà note le motivazioni dei premi nel corso della serata di premiazione in programma il prossimo 29 giugno a Milano, nella Sala Alessi di Palazzo Marino.