Pubblicità: Lorenzo Sassoli de Bianchi resta presidente Upa per triennio 2021-23

0
124
Il presidente Upa Lorenzo Sassoli de Bianchi. Foto da streaming

Il Consiglio direttivo di Upa, l’associazione che riunisce i più importanti investitori in pubblicità e comunicazione, ha confermato, all’unanimità, Lorenzo Sassoli de Bianchi alla presidenza dell’Associazione per il prossimo triennio. “Dopo lo smarrimento iniziale di fronte alla pandemia, la seconda parte del 2020 ha visto una ripresa significativa della fiducia e quindi degli investimenti pubblicitari, tanto da farci sperare in un 2021 con segno positivo”, spiega oggi de Bianchi, alla guida di Upa dal 2007, sul Corriere della Sera. E guardando al futuro aggiunge: “Su iniziativa di Upa, Audiweb e Audipress – le due strutture di ricerca nel mondo di Internet e in quello della stampa – hanno avviato un percorso di fusione per aiutare i grandi brand editoriali e nativi digitali ad avere una misurazione condivisa della total audience”.

In questi anni, sotto la guida di Sassoli Upa si è fatta promotrice di numerose iniziative tese a una maggiore trasparenza delle dinamiche di mercato. Tra queste, il Libro Bianco sulla Comunicazione Digitale, la Digital Chart realizzata insieme all’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, le linee guida per la gestione delle gare creative e media. Di particolare rilievo i progetti più recenti e innovativi nati in seno all’Associazione, che vedranno un ulteriore sviluppo nei prossimi anni: la piattaforma Nessie, prima iniziativa a livello nazionale per la gestione consortile dei big data al servizio del marketing e della comunicazione, e il progetto esecutivo per lo sviluppo di una infrastruttura blockchain di sistema, finalizzata a migliorare sicurezza, affidabilità ed efficienza del mercato dell’advertising digitale. Importanti anche le proposte e le azioni orientate a rafforzare e tutelare il mondo dell’editoria e dell’emittenza televisiva.

Approfondimenti