Questo Sanremo s’ha da fare, parola di Cts

0
133
Foto da Streaming

Anche con la pandemia, il festival di Sanremo s’ha da fare. A dare il via libera definitivo, proprio oggi, è stato il Comitato tecnico scientifico che ha analizzato e approvato il lungo e dettagliato protocollo di sicurezza presentato dalla Rai. Com’è noto sarà una kermesse inedita, solo uno show televisivo – cinque (lunghe) serate in diretta su Rai1 dal 2 al 6 marzo 2021 – ma senza spettatori al Teatro Ariston e senza eventi di contorno. Il distanziamento, barriere in policarbonato (per l’orchestra), le mascherine, gli schermi facciali, il gel igienizzante (o i guanti) e i termo scanner la faranno da padrone. Massimo dieci artisti in contemporanea sul palco, e fotografi in sala col contagocce. Giornalisti (al massimo cento) ammessi solo alla prova generale e per il resto alloggiati all’esterno dell’Ariston. Insomma, un Sanremo in zona rossa, con la speranza che per marzo – con l’avanzare delle vaccinazioni – il bollettino di contagiati e morti diventi meno martellante e si possa recuperare, almeno in parte, un po’ dii clima festivaliero.

Approfondimenti