Rai: Anzaldi (Iv), “No spettacolarizzazione su guerra, Vigilanza indaghi su mercato opinionisti”

0
403
*Il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi*

“Il caso Orsini è la dimostrazione che anche sulla guerra in Ucraina alcuni talk tv preferiscano fare intrattenimento e non informazione, preferiscano spettacolarizzare invece di raccontare. Lo ha spiegato bene un esperto inviato di guerra come Alberto Negri ieri a Piazzapulita”. Lo scrive su twitter il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

“È urgente fare chiarezza – twitta ancora Anzaldi – sul ‘mercato degli opinionisti’, sui commentatori a pagamento chiamati a mettere in scena la spettacolarizzazione delle opinioni. La Rai servizio pubblico non può e non deve partecipare a questo mercato, soprattutto su un tema delicato come la guerra”. “In un’approfondita inchiesta, oggi il Fatto Quotidiano – prosegue Anzaldi – rivela il prezzario delle opinioni nei talk show, da 500 a 5.000 euro: su questo la commissione di Vigilanza ha il dovere di approfondire e verificare, i cittadini che pagano il canone hanno diritto alla piena trasparenza”. “Non è accettabile che giornalisti e opinionisti – aggiunge Anzaldi – chiamati a parlare nelle trasmissioni del servizio pubblico siano pagati. In Rai non si è mai fatto, il servizio pubblico non può in alcun modo inseguire su questo le tv commerciali”.

Approfondimenti