Rai: Anzaldi (Iv), “Su canone via da bolletta manovra elettorale”

0
225
*Il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi*

“L’ordine del giorno approvato sul canone Rai via dalla bolletta elettrica rappresenta solo una manovra elettorale: la decisione è già stata presa per dar seguito a una precisa indicazione dell’Unione Europea nell’ambito del Pnrr, l’Italia non può sottrarsi, il Decreto Energia non c’entra nulla”. Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

“Chi oggi cavalca la questione – prosegue Anzaldi – cerca solo di strizzare l’occhio agli evasori. La conseguenza sarà che, mentre oggi paghiamo meno ma paghiamo tutti, domani rischiamo di tornare ai tempi in cui pagavano solo gli onesti ma pagavano di più. Se si vuole davvero impegnare il Governo, bisognerebbe chiedergli di garantire che il canone non verrà in alcun modo aumentato. Grazie al canone in bolletta, il Governo Renzi per la prima volta nella storia della Rai abbassò questa tassa, passata da 113 agli attuali 90 euro all’anno”.

Approfondimenti