Rai. Confermato lo sciopero dei giornalisti del 29 Dicembre: le motivazioni e la risposta dell’azienda

0
498
Francesco Giorgino Tg1. Foto da streaming

Con un annuncio letto al termine di tutte le edizioni di telegiornali e giornali radio di oggi 23 Dicembre 2021, i giornalisti Rai confermano lo sciopero indetto per mercoledì prossimo 29 Dicembre.

Nella nota l’Usigrai, il sindacato interno dei giornalisti Rai, ha spiegato i motivi della decisione di astenersi dal lavoro: “perché ancora una volta l’ad Carlo Fuortes sceglie di eliminare uno spazio informativo senza un piano editoriale e senza alcun confronto”. “Se qualche giorno fa aveva fatto discutere la cancellazione della terza edizione della Tgr – continua il comunicato -, ora è la volta del tg sportivo della notte”.

Niente più gol – “Una decisione che priverà voi cittadine e cittadini del diritto ad essere informati sugli eventi sportivi: si cancella infatti l’unico spazio dove poter trasmettere i gol di serie A e B, che diventano privilegio esclusivo di chi ha la possibilità economica di pagare un abbonamento a operatori privati. Dalle 20 e fino al giorno dopo sparisce dunque l’informazione sportiva e quella da e per i territori. Se questo vertice ha a cuore il rilancio ed il rinnovamento della RAI apra un confronto sul futuro del servizio pubblico. Lo chiediamo anche a nome delle cittadine e dei cittadini di questo paese”.

L’azienda ha replicato spiegando che la “Rai sta cercando di adeguare ancora di più la sua programmazione alle esigenze del suo pubblico” e osservando che “l’edizione del Tg Sportivo da eliminare sarebbe quella notturna in onda su Rai Sport nei canali 57 e 58”, che “viene vista dallo 0,5% delle persone che guardano la televisione a quell’ora”.

“Non ci sarà – chiarisce alla fine il comunicato – alcun effetto per gli appassionati di sport che potranno vedere tutti i gol di Serie A e Serie B su “90º minuto”, “Domenica Sportiva” e su tutti i Telegiornali di Rai Uno, Rai Due, Rai Tre, RaiNews24 e Rai Play.

Approfondimenti