Rai: Giovanni Minoli: da Salini “carrettate di nomine abbastanza senza senso”

0
601
Il giornalista Giovanni Minoli. Foto da streaming

Mentre cerca di chiudere una difficile trattativa sui diritti sui testi ideati negli anni 2010-2013 relativi al programma “La storia siamo noi”, stamane Giovanni Minoli – intervistato su la Repubblica da Silvia Fumarola – ci regala un’altra perla di saggezza sulla governance di Viale Mazzini. La Rai è ancora in mano ai partiti?, gli chiedono. “La Rai è la fotografia del Paese: se la politica è zero, la Rai è zero. Se la politica è forte, la Rai è forte. Una volta i partiti mandavano i migliori”. E poi l’affondo sull’ad Fabrizio Salini. “La legge Renzi ha detto una cosa chiara: se hai in testa un progetto lo puoi realizzare. L’ad ha una libertà enorme che prima non aveva. Dopo tre anni cosa ha fatto? Non saprei. Il piano industriale? Boh; il piano editoriale? Boh. Carrettate di nomine abbastanza senza senso. RaiPlay si capisce poco cosa sia, e comunque l’aveva creata l’ex direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto”. L’impressione è che la trattativa sui diritti de “La storia siamo noi” non andrà a buon fine…

Approfondimenti