Rai, Nicola Sinisi: Licenziato da Fuortes per aver smentito Salini

0
1451
Il dirigente Rai, Nicola Sinisi. Foto da streaming

Essere licenziato “per giusta causa” a sei mesi dalla pensione dal nuovo amministratore delegato della Rai Carlo Fuortes per aver smentito l’ex ad Rai Fabrizio Salini. È il triste destino di Nicola Sinisi, ormai ex direttore del Canone e dei Beni artistici, che stamane su la Repubblica non fa certo passi indietro rispetto alla rumorosa audizione in commissione di Vigilanza che di fatto lo ha portato fuori dai cancelli di Viale Mazzini. “Mai in tanti anni di carriera ho subito un’umiliazione come quella di giovedì scorso. Quando sono andato a ritirare la lettera mi hanno trattato come un malfattore, sono stato scortato dalla vigilanza armata che mi ha seguito a ogni passo”, premette nel colloquio con Giovanna Vitale. Quindi Sinisi spiega la motivazione dell’Azienda: “Licenziato per non aver rispettato il regolamento aziendale e aver creato nocumento alla Rai con le mie dichiarazioni. Ma dico io: conta più la legge dello Stato o un regolamento aziendale? Cosa volevano? Che andassi in Vigilanza a raccontare bugie? Io le istituzioni le rispetto. Il punto è che ho replicato ai quesiti posti da alcuni parlamentari, dicendo la pura verità”. Un’intervista in cui Sinisi non fa dunque passi indietro e con la chiosa instilla un dubbio nella testa di Fuortes: “Si sarebbe dovuto chiedere come mai la lettera di licenziamento non è stata firmata da Salini, il quale ha aspettato che arrivasse lui”. La sensazione, insomma, è che la questione potrebbe non finire qui. Ai giudici l’ardua sentenza…

Approfondimenti