Rai rinuncia alla Champions League ma non ai Mondiali del Qatar

0
352

La Rai non comprerà le competizioni continentali del calcio: Champions League ed Europa League. La conferma ufficiale (negando anche la possibilità di una sublicenza ad asta chiusa) è giunta mercoledì 14 ottobre in cda Rai dall’amministratore delegato Fabrizio Salini. La difficile congiuntura economica, l’incertezza su ricavi da canone e il fatto che nessun servizio pubblico europeo detiene i diritti tv della Champions League hanno convinto la tv di Stato a tenersi nel portafoglio i milioni necessari per partecipare al bando. Anche perché la previsione di chiusura del bilancio 2020 è -43 milioni. In compenso – a quanto apprende AdgInforma.it – questa volta la Rai non si farà sfuggire i diritti tv dei Mondiali di calcio del 2022. L’asta della Fifa per il torneo del Qatar è attesa per gennaio 2021. E il servizio pubblico non solo parteciperà ma già sta mettendo i soldi da parte.

I vertici di Viale Mazzini dovranno guardarsi dalla concorrenza di Sky (con la quale l’evento si potrebbe anche condividere) ma soprattutto di Mediaset che nel 2018 ha offerto la competizione in Russia in esclusiva approfittando dell’assenza dell’Italia e del disinteresse della Rai. In Qatar, considerando il clima non certo favorevole nei mesi estivi, per la prima volta nella storia della competizione si giocherà tra novembre e dicembre. Questo, oltre alla collocazione oraria della partite, saranno gli elementi utili per l’azienda a determinare il giusto peso della busta da consegnare alla Fifa. Ma la busta sarà consegnata…

Approfondimenti