Rai: Salini ascoltato in Vigilanza il 6 novembre, Teodoli il 13

0
205

La commissione di Vigilanza sulla Rai ascolterà in audizione l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, martedì 6 novembre e il direttore di Rai1, Angelo Teodoli, martedì 13 novembre. Lo ha deciso stamane – a quanto apprende LoSpecialista.tv – un infuocato ufficio di presidenza durante il quale in molti avrebbero convocato anche Fabio Fazio. Salini è probabile che sarà chiamato a rispondere sulle nomine, sui criteri che intende seguire e sullo stallo di questi mesi in cda. Per Teodoli, invece, un'”interrogazione” a tema libero… Dai banchi della Lega, di Forza Italia e di Fratelli d’Italia infatti, gli chiederanno conto con ogni probabilità della decisione di Fabio Fazio di ospitare durante il programma “Che tempo che fa” il sindaco di Riace, Domenico Lucano; il Movimento 5 Stelle tornerà sul contratto milionario de L’Officina con la Rai e sulle “omelie” domenicali del professor Carlo Cottarelli; il Partito Democratico, invece, concentrerà le proprie attenzioni sui “fornelli” (in crisi di share) di Elisa Isoardi con la “Prova del cuoco”.

Quello che è certo è che Teodoli non si lascerà sfuggire la ghiotta occasione per sciorinare dinanzi al Parlamento i risultati incoraggianti di Rai1. L’ammiraglia, infatti, sta collezionando in questo scorcio d’autunno i migliori indici d’ascolto degli ultimi cinque anni. Non certo il momento ideale, insomma, per sostituirlo con Marcello Ciannamea. In particolare, nell’anno Rai1 guadagna lo 0,4, nonostante la concorrenza dei Mondiali di calcio. Nel day time un +0,6 in garanzia, e un +0,1 sull’anno. Il tutto condito da programmi come quelli di Alberto Angela, che ha riportato la cultura nel prime time del sabato, la grande fiction, e i buoni risultati del calcio. E poi ci sarà Carlo Conti con “La corrida”, Amadeus con “Ora o mai più” ed Antonella Clerici con “Sanremo Young” ed ora “Portobello”.