Rai, Salvini: “Non ci saranno spartizioni”

0
384

Si apre il valzer delle nomine anche in Rai, e la maggioranza si accinge ad indicare sei consiglieri d’amministrazione della tv di Stato, tra cui il potente amministratore delegato. E i maligni sono pronti a scommettere che il “governo del cambiamento” metterà becco anche sulla presidenza della vigilanza e sulla presidenza Rai. Un filotto giallo-verde, da pianificare d’amore e d’accordo tra Lega e M5S. Eppure stamane il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a Pietro Senaldi di “Libero” che chiede se userà la ruspa nelle nomine nel servizio pubblico, garantisce: “Ci sarà un bel cambiamento per superare le solite cordate e le vecchie logiche. Ma non ci saranno spartizioni, sceglieremo persone competenti e chi ha fatto bene sarà confermato. Nel mio ministero, avrei potuto ribaltare tutto, ma ho incontrato persone valide che si sono messe a disposizione”.