Rai, veti incrociati sui direttori di Tg – a cura di Telpress

0
484

I tg ostaggio dei veti incrociati della politica. Sulle nomine Rai regna ancora l’incertezza (Stampa p.31). Tra una settimana il cda che dovrà scegliere i nuovi direttori delle testate si svolgerà a Napoli. A essere calde sono le poltrone del Tg1, Tg2, Tgr e TgSport in scadenza ma non è solo questo, resta l’idea stessa della Rai che si vorrebbe ripensata. Il diktat è arrivato da Palazzo Chigi, da dove ci si muoveva già infastiditi per il Piano Industriale copia-incolla di quello di Salini. L’immagine di immobilismo o peggio di incertezza (come nel caso della striscia informativa anti-Gruber che dopo tanto discutere non si farà), è quanto di peggio ci si poteva attendere dalla nuova Rai e dai nuovi vertici e questo crea scontento nell’entourage di Draghi.