Rai24 verso il “go live”: ci lavoreranno in 58, i giornalisti sono 40

0
2666
Il giornalista Rai Andrea Vianello. Foto da streaming

“Rai24”, il nuovo portale dell’informazione del servizio pubblico, è quasi pronto. Il progetto – avallato a dicembre 2020 dal cda – è completato e campeggia sulla scrivania dell’ad Fabrizio Salini e del direttore di RaiNews24, Andrea Vianello. Manca la firma, ma non solo. Per capire esattamente lo stato dell’arte basta affidarsi a quanto riferisce sull’argomento proprio il settimo piano di Viale Mazzini alla commissione di Vigilanza. “La Rai è alle battute finali che precedono il lancio del nuovo portale all news” si legge in premessa. Quindi una dettagliata ricostruzione delle tappe che porteranno al “go live”. Ed infine gli ultimi ritocchi sul personale. “Dal punto di vista del reclutamento del personale – precisa l’Azienda – si è scelto di partire con un gruppo di circa 40 giornalisti e 18 non giornalisti. Da questo punto di vista, la situazione è ancora in divenire perché il reperimento delle risorse adeguate per lavorare al portale non è di immediata e semplice soluzione, sia per quanto riguarda la tipologia dei profili richiesti, sia per le necessarie procedure da seguire in accordo con le organizzazioni sindacali”. In parole povere, mancano ancora una decina di giornalisti e – nonostante l’Azienda ne conti già oltre duemila – non hanno deciso dove prenderli e soprattutto a quali Testate sottrarli. E non è chiaro se in futuro diventeranno una nuova Testata e chi ne sarà il direttore… “Non appena sarà completato il reclutamento di tutte le risorse da dedicare a Rai24, inizierà un percorso formativo – concludono i vertici Rai – per cui è stata allertata Rai Academy”. Difficile che Salini, ormai con le valigie in mano, possa varare la “nave” on line della tv di Stato. L’“armatore” è stato Diego Antonelli. Il vice di Giuseppina Paterniti – con delega al web – ha curato il progetto sin dal principio. E una mano – a quanto apprende AdgInforma.it – è arrivata anche dal caporedattore della Tgr, Silvio Giulietti.

RAI24 SARA’ LA SINTESI – almeno questo è l’auspicio – di tutta l’informazione della Rai grazie alla collaborazione delle Testate giornalistiche. Un prodotto made in Viale Mazzini, con grafica semplice ma accattivante in cui i lettori dovrebbero avere l’imbarazzo della scelta con 24 pagine locali delle quali 21 in italiano e tre nelle lingue parlate in alcune regioni d’Italia: il ladino, il tedesco e lo sloveno. Ma spazio anche allo sport, alle istituzioni e all’informazione religiosa. Il desk centrale sarà in casa RaiNews24. E chissà che finalmente la Rai – sfruttando al meglio il proprio capitale umano, logistico e tecnologico – non riesca ad uscire dall’anonimato sul web.

Approfondimenti