Rcs, buona la trimestrale: crescono i ricavi e si dimezzano le perdite

0
400
Urbano Cairo presidente di Rcs - Foto da streaming

Migliorano i conti di Rcs MediaGroup. Il Cda del gruppo editoriale che edita il Corriere della Sera ha approvato i risultati del primo trimetre 2021, che si chiude con una perdita dimezzata a 3,2 milioni di euro, in miglioramento rispetto al rosso di 6,1 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno scorso. Quasi tutte positive le voci di bilancio: migliorano i ricavi che nel primo trimestre 2021 sono pari a 174,4 milioni contro i 171,3 milioni dello stesso trimestre 2020. In crescita in particolare la fetta di ricavi che arrivano dal digitale che con circa 41 milioni rappresentano il 24% del totale contro il 20% del primo trimestre 2020.

Pubblicità in crescita – Calano i ricavi pubblicitari che risentono ancora degli effetti della pandemia e chiudono la raccolta del primo trimestre a a 57,5 milioni, in calo di 5,4 milioni rispetto ai 62,9 milioni del primo trimestre 2020. In compenso aumenta la pubblicità online sui mezzi di Rcs che chiude il trimestre con +18% in Italia e +19,3% in Spagna rispetto al primo trimestre 2020 attestandosi a 28,2 milioni e raggiungendo una incidenza prossima alla metà del totale dei ricavi pubblicitari (49% rispetto al 39,3% del pari periodo 2020). E le prospettive per la raccolta pubblicitaria sono ottime visto che i dati del mese di aprile indicano una crescita significativa rispetto al 2020, quando gli effetti dell’emergenza sanitaria erano stati particolarmente rilevanti. In particolare, nel mese di aprile la pubblicità sui mezzi di RCS è in crescita in Italia di circa 5 milioni (+45% circa) e in Spagna di circa 4 milioni (+80% circa) rispetto ai ricavi realizzati nel corrispondente mese del 2020.

Numeri positivi che portano ad una significativa riduzione dell’indebitamento finanziario netto che scende di 10,7 milioni rispetto a fine 2020 e si attesta a 48,9 milioni di euro. Cresce anche l’utile al netto di interessi, tasse, svalutazioni ed ammortamenti (ebitda) che raggiunge i 9,5 milioni di euro contro gli 0,3 milioni del primo trimestre 2020.

Corsera primo quotidiano in edicola – I numeri dei conti sono confermati dal buon rendimento delle testate edite dal Gruppo, con il Corriere della Sera che si conferma primo quotidiano italiano in edicola con una customer base digitale totale attiva a fine marzo 2021 pari a 328 mila abbonamenti. Conferma la propria leadership nel suo settore di mercato anche la Gazzetta dello sport.

Situazione simile anche per le testate che il gruppo edita in Spagna con Marca ed Expansion che confermano la loro posizione di leadership diffusionale cartacea nei rispettivi segmenti di mercato. Bene anche il digitale con elmundo.es che nel mese di marzo è risultato leader dell’informazione on-line con 24 milioni di utenti unici medi mensili (Fonte: Comscore) e 64 mila abbonamenti digitali in crescita di oltre il 20% rispetto al dato di fine 2020.

L’Offerta si arricchisce – Una crescita che si è riscontrata anche nell’ampliamento dell’offerta di prodotti editoriali da parte del gruppo con La Gazzetta dello sport che ha offerto ai propri lettori due numeri speciali di G Magazine, ed il Corriere della sera che ha introdotto nuovi Podcast (Incontri, L’Ammazzacaffè “Radio Italians”), nuove Newsletter ed ha organizzato numerosi eventi svolti sulla piattaforma Digilive, tra i quali Yoga Academy e gli incontri di Pianeta 2021 sulla sostenibilità.

Approfondimenti