Rete unica tlc – La rassegna dell’ 8 maggio

0
423

Nell’analisi del Corriere (p.38) i piani di Tim e Open Fiber sulla Rete. Ora tocca a Cdp sciogliere i nodi, ma non prima di fine maggio, quando la Cassa rinnoverà i vertici. Con il riassetto, che a breve porterà Cdp al 60% di Open Fiber, e Macquarie al 40%, cambieranno i vertici della società della fibra e probabilmente anche la visione strategica. Cdp ha il 10% di Tim e negli accordi sottoscritti con il fondo australiano ci sono clausole riferite all’operazione per la Rete unica, ma anche precisi paletti per l’eventuale integrazione con FiberCop. Prima di questo c’è però l’interesse a sviluppare il piano di OF, così come per Kkr con FiberCop, ma i due precorsi non devono necessariamente incrociarsi. La linea del ministro Colao per la neutralità tecnologica non esclude nulla.