“Rinascere”, domenica 8 Maggio il film tv sulla storia di Manuel Bortuzzo

0
313
Manuel Bortuzzo nella fiction Rai, Rinascere - Foto da ufficio stampa

Domenica 8 Maggio alle 21.25 andrà in onda su Rai 1 Rinascere, film tv dedicato alla drammatica vicenda che coinvolse Manuel Bortuzzo, la giovane promessa del nuoto italiano che nel 2019 perse l’uso delle gambe dopo esser stato vittima di una sparatoria. Nel cast Alessio Boni e Giancarlo Commare diretti da Umberto Marino.

É una notte di febbraio e il ragazzo (all’epoca diciannovenne) si trova all’esterno di un locale della periferia romana insieme alla fidanzata Martina. Si avvicina con lei ad un distributore automatico di sigarette quando due giovani gli passano davanti e gli sparano due colpi di pistola alla schiena, scambiandolo per un uomo col quale avevano un regolamento di conti in sospeso. Manuel viene ricoverato d’urgenza, i medici gli salvano la vita ma sono costretti a constatare la terribile diagnosi di lesione midollare completa, il che significa perdita dell’uso delle gambe. Per il giovane, già proiettato verso i prossimi obiettivi della sua vita e della sua carriera da nuotatore, è una doccia fredda difficile da accettare. Dopo un comprensibile periodo di sconforto tuttavia, Manuel si mette al lavoro giorno dopo giorno per ricostruire la propria vita e, con il supporto di amici e parenti, dedica tutto sé stesso al percorso di riabilitazione motoria, aiutato anche dalla conoscenza con alcuni ragazzi che si trovano nella sua stessa situazione. Nello stesso periodo scrive l’omonimo libro da cui è tratto il film, con lo scopo di raccontare il percorso intrapreso, passando dalla disperazione alla speranza di una rinascita. Un percorso che, seppur faticoso e ricco di momenti difficili, gli ha permesso di conoscere meglio sé stesso e la sua forza interiore.

Quella di Rinascere è perciò, innanzitutto, una storia di speranza. La storia di un ragazzo che ha visto la propria vita cambiare nel giro di pochi secondi, ma che ha capito di poter ripartire e poter ancora realizzare i propri sogni. L’obbiettivo più immediato per Manuel è adesso quello di partecipare alle prossime Paralimpiadi di Parigi e, più avanti, quello di abbandonare la sedia a rotelle e tornare a camminare.

 

Approfondimenti