Risiko torri tv – a cura di Telpress

0
253
Autore: Jeff Foust

Rai Way: sì alla fusione con EI Towers (Repubblica p.35, Sole p.36, Corriere p.37, Messaggero p.19, Italia Oggi p.17, MF p.14). Indifferenti ai mal di pancia di sei partiti (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Italia Viva, Lega, 5Stelle e Sinistra Italiana), la Rai e la controllata Rai Way sono già a caccia di un alleato. In particolare Rai Way guarda a una fusione con EI Towers (controllata dal fondo F2i al 60% e dalla famiglia Berlusconi al 40%). Nozze che darebbero vita a una sola rete nazionale delle torri tv. Agli analisti, l’ad di RaiWay Mancino prospetta un “consolidamento del settore delle torri”. Il responsabile delle finanze, il cfo Pellegrino conferma che la fusione garantirebbe sinergie tecniche e forti risparmi. La società pubblica cerca già gli advisor Giorgetti: “Risorse per la Rai. Un assetto di garanzia. Rimane ferma l’opportunità di mantenere una rilevante partecipazione pubblica e meccanismi che assicurino il soddisfacimento del preminente interesse statale in materia di controllo della rete, nonché l’esigenza di assicurare equilibrio dal punto di vista del pluralismo e della normativa concorrenziale”.