Robert F. Kennedy Jr. bannato da Instagram

0
669
Foto da Canva.com

Mercoledì 10 febbraio Instagram ha sospeso l’account del politico, avvocato e scrittore statunitense Robert F. Kennedy Jr. (nipote del celebre Presidente John F. Kennedy assassinato a Dallas), per aver ripetutamente diffuso informazioni false sul coronavirus e sulla sicurezza dei vaccini contro il Covid-19.

Se ha perso gli 800 mila followers su Instagram, la sua pagina Facebook, tuttavia, rimane attiva, con più di 300.000 followers. L’ultima notizia falsa che il noto anti-vax statunitense aveva condiviso era relativa alla morte di un famoso giocatore di baseball americano, Hank Aaron, che Kennedy imputava al vaccino anti-Covid.

Democratico da sempre e fervente cattolico, Kennedy è anche il presidente di un’organizzazione benefica chiamata “Children’s Health Defence”, che collega in modo totalmente infondato patologie croniche come asma, autismo e diabete ad una serie di fattori, fra cui i vaccini.

Anche Twitter, però, sembra immune dalle verifiche sui contenuti che Robert Kennedy Jr. condivide attraverso il proprio profilo ai suoi oltre 215 mila followers, che sono tutt’altro che silenti. Contenuti sempre altamente critici (a dir poco) contro Big Pharma.

Staremo a vedere se la strada scelta da Instagram sarà condivisa anche dalle altre piattaforme. Nel frattempo, è normale prevedere che una buona parte dei suoi seguaci migrerà sui canali ancora disponibili.