“Romanzo Radicale”, la docufiction su Marco Pannella prossimamente in tv

0
374
Marco_Pannella. Foto Wikipedia Commons

Romanzo Radicale è il titolo alquanto esplicativo della docufiction incentrata sulla storia personale e l’impegno sociale di Marco Pannella, politico ed attivista che ha dedicato gran parte della sua vita alle lotte civili. Scomparso ad 86 anni nel 2016, è stato tra i personaggi più longevi e significativi della politica italiana, fondatore nel 1956 del Partito radicale. A dirigere il progetto, le cui riprese sono in corso in queste settimane e la cui messa in onda è prevista per la prossima stagione televisiva, è Mimmo Calopresti, a capo di un cast che comprende Andrea Bosca (che interpreta Pannella), Maxence Dinant, Irene Casagrande, Marco Leonardi e Francesco Siciliano.

A guardare bene la storia dell’attivista abruzzese, ci si accorge di come la definizione di “Romanzo” non sia poi così azzardata. Interessato alla carriera politica già dagli anni dell’adolescenza ed appassionato promotore di lotte civili fin dagli anni ’60, Pannella combatté in modo pacifico ma allo stesso tempo duro. Celebri i suoi molteplici scioperi della fame e della sete, così come le burrascose apparizioni televisive degli anni ’70. Tra le sue più significative battaglie quelle per la Legge sul divorzio, la Legge sull’aborto, l’abolizione della pena di morte nel mondo, l’abolizione del servizio militare obbligatorio, la depenalizzazione dell’uso personale di droghe leggere, oltre alle tante lotte legate alla tutela dei diritti umani. “Sono felice di assumermi la responsabilità di raccontare un uomo che è stato capace di affermarsi in tutta la sua complessità, un individuo che è riuscito, grazie anche alle sue contraddizioni, a diventare società e affermare per tutti noi la società dei diritti” spiega Calopresti nelle dichiarazioni riportate da Il Tempo,  “la sua passione per la politica e la vita sarà il racconto che diventerà verità storica con le immagini di repertorio e con le interviste dei personaggi di quel periodo storico, quando il partito radicale vinse la sua battaglia sul divorzio”. Una coproduzione Rai Fiction ed Italian International Film dedicata perciò a raccontare un uomo che, con il suo operato, ha scritto pagine importanti della storia della politica e della società italiana, divenendo un punto di riferimento per chiunque condividesse le stesse idee e non solo. “È la fiction per entrare nell’intimo della vita di un uomo che ha vissuto con passione ogni singolo momento della sua storia. Entrare in azione era l’idea trainante di Marco Pannella, io sto provando con questo metodo a raccontare lui e i suoi compagni radicali” aggiunge il regista.

Approfondimenti