Sanremo: 700 persone nel 2019, oltre 800 nel 2020. La “carovana” Rai si prepara

0
874
Foto di 🎄Merry Christmas 🎄 da Pixabay

La pandemia fermerà la “carovana” Rai che in occasione del Festival si prepara a trasferirsi a Sanremo? A chiederselo sono – con una missiva del 22 gennaio scorso all’ad Fabrizio Salini e a tutto il cda – i consiglieri Rita Borioni e Riccardo Laganà. Probabilmente ricordano che nel 2019 la Rai ha spostato a Sanremo 534 risorse interne (a tempo indeterminato o determinato) e 169 collaboratori (autori, esperti, membri giuria, notai, presentatori, regista, attrazioni, musicisti, cantanti e così via). Stessa “musica” nella passata stagione, ma con un “volume” un pochino più alto: 634 risorse interne e 200 collaboratori. Forse quest’anno, considerando l’emergenza sanitaria, Laganà e Borioni si aspettano che la “carovana” lasci a Roma parecchie carrozze. E per questo hanno preso carta e penna.

LA MISSIVA – “Apprendiamo – si legge nella lettera – sempre da notizie stampa, che diverse produzioni e redazioni Rai sarebbero in procinto di trasmettere in trasferta da Sanremo nei giorni della manifestazione canora. Gradiremmo conoscere l’elenco completo di tali produzioni e i criteri utilizzati per valutare l’oggettiva necessità di spostare le stesse a Sanremo nonostante il periodo di pandemia e mobilità rigorosamente contingentata. Gradiremmo inoltre conoscere i costi di tali operazioni di ‘trasferta’ alla luce del contesto di grave deficit per i conti aziendali. In tale senso, anche al fine di evitare il ripetersi di quanto accaduto nella precedente edizione, desideriamo ricevere sin da ora elenco completo del personale dipendente e collaboratori che sarà impiegato a Sanremo”. Chissà se il direttore di Rai1, Stefano Coletta, nell’audizione in commissione di Vigilanza sulla Rai del 26 gennaio (ore 20) potrà già fornire qualche numero in proposito. O se la cartellina arriverà il 28 gennaio in sala Orsello.

Approfondimenti