Sanremo: accreditati 80 giornalisti per 70 Testate. Niente stampa estera

0
947
Fiorello e Amadeus. Foto da streaming

Quest’anno potranno davvero dire io c’ero. Stiamo parlando degli ottanta giornalisti appartenenti a 70 Testate (ai quali si aggiungeranno una ventina di fotografi), che potranno seguire in presenza la 71esima edizione del festival di Sanremo in onda su Rai1 dal 2 al 6 marzo. Nel 2020, per un totale di circa 1.500 persone, a Sanremo erano state accreditate 150 Testate della carta stampata, 20 della stampa estera, 30 del web, 200 radio e tv private e 160 siti internet. A quanto apprende AdgInforma.it, i fortunati vincitori della “lotteria” degli accrediti di Viale Mazzini sono stati selezionati in base a criteri oggettivi. Sono state invitate le più importanti agenzie di Stampa (quasi tutte), i quotidiani cartacei con maggior tiratura (esteri esclusi), i settimanali, i quotidiani locali della Regione Liguria, le radio con maggior ascolto e i siti web con maggiori contatti. E uno spazio, per la tv, è stato riservato anche a Mediaset, Sky e La7, oltre a qualche tv locale. A loro – per evitare la presenza di operatori in sala – sarà concesso un flusso d’immagini dalla telecamera fissa di Rai1. D’altronde la pandemia non dà tregua, promette nuove varianti più contagiose e non a caso Sanremo si prepara a vestirsi da oggi (e fino al 5 marzo) di rosso lockdown. Nella sala stampa allestita al Casinò di Sanremo potranno entrare al massimo cento persone (compreso il personale Rai). L’Ariston, invece, sarà blindato. E il compito di raccontare qualcosa in più rispetto alla serata e alle conferenze spetterà soprattutto al piccolo “plotoncino” di Saxa Rubra già partito per Sanremo.

Approfondimenti