Sanremo, Amadeus: “Manca l’evento”. E tra i giornalisti Rai spunta un positivo

0
330
Amadeus. Foto da streaming

Doveva essere il festival “della ripartenza” dal covid; poi è diventato il festival “di lotta” al covid; ora scopriamo che quello a cui stiamo assistendo non è più neanche il festival. “Quest’anno Sanremo è un’altra cosa”, ha allargato le braccia Amadeus in conferenza stampa. E non solo perché manca il pubblico, dove lui avrebbe accolto volentieri 400 tra medici e infermieri. Ma perché “manca l’evento – ha sottolineato -, quest’anno a Sanremo ci chiediamo dove mangiamo oggi… E’ diventato un evento televisivo, ed è il più forte che ci possa essere, tutto il resto, in un modo o nell’altro, ci è stato tolto”. Un Amadeus che ha dovuto incassare i no di Jovanotti, Benigni e Celentano (“quei no li rispetto”), e che ora deve tamponare, insieme al direttore di Rai1 Stefano Coletta, il crollo degli ascolti anche in questa seconda serata: in media 7.563.313 spettatori con share del 43,03% (dieci punti in meno dell’anno scorso in cui la seconda serata era andata meglio della prima).

LA GUERRA – Ma per il direttore artistico sono “dati clamorosi”. “C’è la concorrenza del calcio, che ieri su Sky ha raccolto 4,5 punti di share (e stasera c’è la sua Inter, ndr). Ma soprattutto c’è un momento storico che stiamo vivendo: ci sono persone che non sanno se la sera riescono a mettere il piatto a tavola, la gente è disperata, il Paese è come se vivesse una guerra”. E la guerra degli ascolti la kermesse la sta perdendo, smentendo le previsioni di Rai Pubblicità che alzando i listini degli spot del 9% aveva promesso di migliorare di due punti di share il miracolo Auditel dell’anno scorso… Ora chi lo spiega ai big spender che siamo in guerra e che un mese fa non lo eravamo? E a proposito di guerra, tra i “feriti” dal covid c’è anche un giornalista della Tgr Rai. Ma per fortuna non sembra sia entrato in sala stampa. Buone notizie invece per i Maneskin: “Nessun plagio, il caso è chiuso, il fatto non sussiste” ha sentenziato il “giudice” di Rai1, Claudio Fasulo. Infine una curiosità sul festiva di “Sanremoto”: guarda se con Irama non capita pure un vincitore in dad…

Approfondimenti